Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, cantine aperte sfida il maltempo: nessuna disdetta e tutto esaurito

Sabrina Busiri Vici
  • a
  • a
  • a

Nonostante la pioggia dalle 5 del pomeriggio di sabato 28 maggio non ci sono state disdette, tutto esaurito per le cene del vignaiolo. E oggi tutti pronti ad adottare il piano b in caso di maltempo. Su tutto un gran voglia di godersi l’aria aperto in compagnia di amici e del buon bere. Senza alcuna restrizioni ma in totale sicurezza. E’ il primo bilancio che arriva dagli operatori di Cantine aperte. “Le prenotazioni sono arrivate con grande anticipo e le cene del vignaiolo hanno subito fatto il tutto esaurito, dopo due anni di stop c’è una grande partecipazione all’evento”, riportano dal Movimento del turismo del vino, organizzatore della manifestazione diretta a promuovere la cultura del bere e ad avvicinare produttori e consumatori. “Nella prima giornata abbiamo avuto una grande affluenza di stranieri: un gruppo di 40 americani ha prenotato una degustazione nel pomeriggio e anche per la cena serale sono in tanti arrivati da fuori regione su oltre cento prenotazioni raccolte. Nessuna disdetta nonostante il tempo”, riporta Andrea Cillocco delle Cantine Terre Margaritelli, in località Miralduolo. Purtroppo c’è chi deve rivedere i piani come la Cantina Saio di Assisi: “Domenica dedicata al pic nic nei nostri grandi spazi esterni - riporta Agnese Mencarelli della Cantina Saio - ma le previsioni di pioggia ci stanno facendo cambiare i piani e prevedere l’allestimento al chiuso, dove purtroppo non possiamo accogliere le numerose richieste che ci sono arrivate ma c’è la possibilità di recuperare l’iniziativa per la festa di giovedì 2 giugno”.

 


Tanti i giovani e le famiglie che hanno aderito anche per le Cantine Lungarotti che hanno puntato tutto sulla valorizzare il significato etico e salutistico del vino, trovando spazi per raccontarne la storia, il lavoro dei vignaioli e le peculiarità dei vini “che vanno sempre consumati con moderazione e consapevolezza”, riportano.
Oltre 350 prenotazioni ha registrato nel weekend la Cantina Di Filippodi Cannara. “I nostri ospiti sono soprattutto giovani, per lo più umbri, alla ricerca di svago ma anche appassionati della cultura del buon bere, interessati a saperne di più del mondo vitivinicolo”, commenta Emma Di Filippo.

 


Programma speciale dedicato prevalentemente alle famiglie è stato organizzato dalle Cantine Zanchi di Amelia: “Abbiamo avuto un buon riscontro proprio per questa idea di dare spazio a iniziative che coinvolgono genitori e figli - racconta Flores Zanchi -. Certo, il tempo non ci sta aiutando. Le nostre degustazioni sono confermate: tutte rigorosamente a numero chiuso e nella massima sicurezza”. 
Domenica 29 maggio seconda giornata. All’aperto o al chiuso, vino e compagnia.