Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, errore medico alla nascita: 750 mila euro alla famiglia del bimbo

Esplora:

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

È stato vittima, a suo tempo, di errore medico, subito dopo la nascita, e ha subito danni permanenti e menomazioni. Per questo la Usl 1 ha liquidato alla famiglia del dodicenne 750 mila euro, dopo apposita perizia del Ctu. Di questi, 600 mila euro sono stati coperti dall'assicurazione e la restante quota di 150 mila euro è stata in carico al bilancio Usl 2021. 

 

 

Il caso si è verificato in un ospedale della provincia di Perugia. A seguito degli accertamenti peritali la stessa azienda sanitaria ha trasmesso gli atti alla procura della Corte dei conti per i soldi sborsati legati alla responsabilità della presunta malpractice dell'operatore sanitario, un medico di ostetricia. Non è l'unico caso di maxi rimborso che viene inserito nei conti Usl. C'è un sinistro del 2005 con una donna rimasta paralizzata per un danni alla colonna per cui sono già stati liquidati 1,5 mln alla famiglia e adesso ci sarà un'appendice per altri eredi ancora da quantificare. 

 


I casi di sinistri per errori medici, omissioni e negligenze sono in continuo aumento -a parte la frenata in pandemia causa lockdown - in tutta Italia e la Usl 1 non fa eccezione. Stando ai dati forniti dall'ufficio legale nel 2019 sono stati aperti dalla Usl Umbria1 a seguito di specifiche richieste risarcitorie 72 sinistri per presunta malpractice. Nel 2020 51 sinistri e nell'anno 2021 64 sinistri. In quest'ultimo numero sono ricomprese anche 9 azioni risarcitorie presunte responsabilità ricollegabili alla vaccinazione Covid-19. "Nella Usl Umbria 1 (e nelle altre aziende sanitarie umbre) dal 2013 vige un modello di autoritenzione del rischio sanitario - fa sapere l'avvocatura dell'ente - eccezion fatta per sinistri cosiddetti catastrofali per i quali fino all'ottobre del 2020 c’è stata apposita polizza assicurativa. Attualmente le aziende sanitarie umbre sono in un regime di completa autoassicurazione. L'attuale modello regionale di autoassicurazione totale dovrà prossimamente essere vagliato alla luce delle disposizioni che verranno introdotte con la imminente pubblicazione dei decreti attuativi della legge Gelli Bianco in materia di assicurazione obbligatoria o analoghe misure".