Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, bambino in fin di vita ricoverato in ospedale a Firenze: indagine per omissioni

  • a
  • a
  • a

Oltre all’indagine per lesioni sulla madre, ci sarebbe anche un fascicolo aperto per presunte omissioni sul caso del bambino nigeriano portato in pronto soccorso in arresto cardiocircolatorio e trasferito al Meyer di Firenze. 
La Procura di Perugia vuole verificare l’eventuale responsabilità dei sanitari del Santa Maria della Misericordia sui ritardi nella trasmissione della notizia delle lesioni che aveva il piccolo. Tutto è accaduto il 15 maggio scorso, al mattino. 

 

 


Gli accertamenti sanitari di tipo diagnostico hanno evidenziato “una frattura pregressa dell’omero destro, motivo di un ricovero dello stesso piccolo il 24 marzo 2022 e una frattura longitudinale, con diastasi dei frammenti, dell’osso parietale sinistro e una tumefazione dei tessuti molli in sede frontale destro”. Eppure - sottolinea la Procura - il pubblico ministero di turno e la polizia giudiziaria, in questo caso la squadra mobile, “sono stati informati del ricovero solo nel pomeriggio inoltrato”. Gli stessi sanitari e la madre quindi sono stati sentiti solo in serata.

 

 

 

 

Perché con quelle lesioni, di cui una già diagnosticata oltre 20 giorni prima, non è stata subito trasmessa notizia di ipotetico reato?. Gli accertamenti sono in corso sulla catena di trasmissione, dal pronto soccorso alla direzione sanitaria. 
Intanto ieri è stato analizzato il cellulare della mamma indagata per lesioni.