Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, sentenza del Tar sospende il concorso per 47 posti in ospedale

  • a
  • a
  • a

La sentenza è stata pubblicata nel pomeriggio di venerdì 27 maggio 2022, in pratica a meno di 72 ore dallo svolgimento del concorso. Che il Tar di fatto annulla (e in serata è arrivata anche la delibera di sospensione dell’azienda ospedaliera) perché, sintetizzando al massimo la articolata vicenda legale, per la figura professionale ricercata si sarebbe dovuto scorrere una graduatoria già esistente, relativa a un precedente concorso svolto nel 2017.

Oggetto della sentenza è il bando di concorso pubblico per titoli ed esami, pubblicato sul Bur Umbria a marzo 2021 e sulla Gazzetta Ufficiale il successivo aprile, per la copertura a tempo indeterminato di 47 posti di collaboratore amministrativo professionale cat. D, indetto in forma congiunta tra le aziende sanitarie ed ospedaliere della Regione Umbria, con capofila l’azienda ospedaliera Santa Maria.

 

Ebbene i giudici amministrativi hanno esaminato il ricorso di una donna, rappresentata in giudizio dall’avvocato Mario Bruto Gaggioli Santini, che aveva partecipato a un precedente concorso, quello bandito dall’azienda ospedaliera di Perugia praticamente per una figura professionale esattamente sovrapponibile a quella ricercata ora nel numero di 47: collaboratore professionale contabile cat. D.

 

 

La signora era arrivata decima, a fronte di 3 posti disponibili, ma comunque inserita a pieno titolo nella graduatoria degli idonei approvata con deliberazione del direttore generale a giugno del 2018. Quando ha visto che veniva bandito un nuovo concorso, la candidata ha presentato ricorso, chiedendo “l’annullamento, previa sospensione cautelare, deducendone l’illegittimità per il mancato scorrimento della graduatoria approvata a conclusione del concorso pubblico bandito dall’azienda ospedaliera di Perugia”. Il Consiglio di Stato, a ottobre 2021, ha dapprima accolto l’istanza di sospensione ma ai soli fini di fissare l’udienza di merito. Lo scorso marzo, così, dopo il deposito di memorie e repliche, la causa è stata trattenuta in decisione. Ieri la pubblicazione della sentenza: bisognava scorrere quella graduatoria prima di bandire un nuovo concorso, ora annullato.