Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Orvieto, Apotheke: corso di formazione sul mondo del lavoro dell'Anpit

Davide Pompei
  • a
  • a
  • a

“Siamo di fronte a sfide competitive e complesse, dove la differenza la fa la partecipazione attiva della persona. Il saper essere conta prima del saper fare”.

Lo ha detto giovedì 26 maggio 2022, in collegamento con il palazzo del Capitano del Popolo di Orvieto, in provincia di Terni, l'ex ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Maurizio Sacconi, per declinare il tema “La partecipazione dei lavoratori tra storia e diritto”, in occasione della seconda edizione di “Apotheke. Strumenti per l'economia ed il lavoro”. 

 

 

I lavori della Scuola di formazione di Anpit (Associazione Nazionale Per l'Industria e il Terziario) Azienda Italia (nella foto in alto la platea e Federico Iadicicco, presidente Anpit), in collaborazione con il suo Centro Studi “Articolo 46” ad Orvieto andranno avanti fino a sabato 28 maggio alternando lezioni e momenti di approfondimento sui temi attuali del mondo del lavoro: partecipazione, sostenibilità, riforma fiscale, ammortizzatori sociali e argomenti di politica economica.

Te giorni di workshop formativi per imprenditori e professionisti, focus e presentazioni editoriali – tra cui la rivista “Apotheke” – con gli interventi di giornalisti, politici, consulenti del lavoro, avvocati tributaristi ed esperti di politica economica. 

Nei saluti istituzionali portati in apertura dell'evento, il sindaco di Orvieto, Roberta Tardani, si è detta “orgogliosa che il palazzo del Capitano del Popolo torni ad essere gremito”. “Orvieto – ha aggiunto – vive di eventi congressuali e turismo. Contiamo numerose attività imprenditoriali e la presenza di Apotheke in città rappresenta un importante segnale di ripartenza per l'economia locale”. 

 

 

Presente anche l'assessore regionale allo Sviluppo Economico, Michele Fioroni. “Apotheke – ha detto – costituisce un momento interessante di riflessione economica e del mercato del lavoro. Il tema è fare leva sulle politiche attive e formative, ascoltando i fabbisogni per le imprese. In tal senso, la Regione Umbria ha lanciato con Arpal il progetto 'Re-Work' affinché vi sia un'apertura al mercato del lavoro verso un modello più moderno e digitale”. 
 
A margine della prima giornata di lavori è intervenuto anche il presidente nazionale di Anpit Azienda Italia, Federico Iadicicco. “Abbiamo investito molto su questo progetto – ha spiegato – perché riteniamo fondamentale formare i nostri quadri, dirigenti e imprenditori. In uno scenario segnato da pandemia e conflitto russo-ucraino ma anche risorse del Pnrr a disposizione, è importante che le nostre imprese abbiano una capacità di lettura dinamica che possa rispondere alle esigenze del Paese”.