Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni: posti di lavoro per i giovani nelle associazioni sportive grazie a un corso

Simona Maggi
  • a
  • a
  • a

E’ stato firmato la mattina di martedì 24 maggio 2022 il protocollo d'intesa tra Confartigianato imprese Terni e Coni Umbria per la realizzazione di corsi formativi per i “Neet”, ovvero ragazzi di età compresa tra i 18 e 29 anni che non studiano e non lavorano, finalizzati a evidenziare le opportunità di lavoro nelle associazioni sportive.

 

 

Un modo concreto per inserire nel mondo del lavoro questa categoria di giovani che in Umbria, secondo le ultime stime, sono oltre 35mila. Il protocollo sottoscritto nell'ambito del progetto “Socialneet” si pone, dunque, di individuare nuove soluzioni di social business nel campo dell'economia sociale ed ha come scopo finale quello di favorire l'inserimento occupazionale.

I corsi inizieranno la metà di giugno 2022 e saranno suddivisi in 30 ore in aula e 30 ore presso le associazioni sportive. Erano presenti per la sottoscrizione del protocollo tra Confartigianato e Coni: Mauro Franceschini, presidente dell’associazione di categoria, Gianfranco Grilli, presidente Ancos (Associazione nazionale comunità sociali e sportive), Moreno Rosati e Fabio Moscatelli, vicepresidente regionale e delegato provinciale Coni.

 

 

“Il nostro obiettivo – spiega Franceschini – è quello di offrire un'opportunità concreta a quei ragazzi, ovvero neet, che non studiano e lavorano di età compresa tra i 18 e 29 anni. Con questo progetto vogliamo aiutare, dunque oltre ai giovani, le loro famiglie offrendo un percorso da seguire per poi terminare con una eventuale occupazione”.

Il vicepresidente, Moreno Rosati, ha invece sottolineato che verrà anche messa in campo la scuola regionale dello sport “perché lo sport può essere un'opportunità di lavoro, formando delle figure qualificate. I corsi naturalmente sono estesi a tutta la regione”. Il protocollo ha come obiettivo quello di raggiungere risultati ben chiari, tra cui quello di individuare nel mondo dello sport nuove soluzioni di social business coadiuvando le associazioni sportive nella gestione della propria attività e nel rispetto delle normative vigenti; favorire la creazione occupazionale nel settore dello sport e stimolare la nascita di nuovi imprenditori nel medesimo settore.

Di fatto sarà una stretta collaborazione tra Confartigianato e Coni per aiutare i giovani che hanno estrema difficoltà ad inserirsi nel mondo del lavoro. Molte dinamiche sono cambiate tra i giovani, come ha spiegato Fabio Moscatelli: “C'è la propensione ad abbandonare, in modo precoce, l’attività sportiva. E' proprio su questo aspetto che dobbiamo lavorare e soprattutto capire le motivazioni”.