Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Giochi de le Porte di Gualdo Tadino, scelti i temi del corteo storico

Salvatore Zenobi 
  • a
  • a
  • a

Ufficializzati i temi per il corteo storico dell’edizione del 2022 dei Giochi de le Porte di Gualdo Tadino. Queste le tematiche rese note nell’ordine in cui faranno il loro ingresso sulla piazza sabato 24 settembre, che rispecchia l’ordine di classifica del Palio 2021: entrerà per prima quindi Porta San Donato il cui corteo storico sarà legato a 1453-1480: i Turchi, la grande paura; seguirà quindi Porta San Benedetto con La follia di un Papa in guerra. La vana visione di Pio II Piccolomini, nel febbrile viaggio attraverso le terre umbre (18 giugno – 15 agosto 1464); quindi Porta San Facondino con un tema legato alla realtà gualdese, Bordone e conchiglia: a Santiago sulle orme di Angelo da Casale e quindi Porta San Martino con In color codice, elemento identificativo della società.

 

 

Questi i temi sui quali lavoreranno sia le commissioni artistiche delle Porte, anche se c’è già chi ha ripreso l’attività per realizzare il lavoro, che la commissione giudicatrice, composta di tre membri, uno storico, un costumista e uno scenografo, chiamata a giudicare quanto realizzato. Da alcuni anni, infatti, l’Ente Giochi de le Porte premia il miglior corteo storico all’interno della propria manifestazione, dal 2002 per la precisione, con un riconoscimento messo a disposizione ogni anno dal notaio Antonio Fabi. Un premio che è cresciuto di importanza di anno in anno, tant’è che la domenica mattina dei Giochi – momento della proclamazione del vincitore da parte della giuria – il teatro Talia si riempie di portaioli in attesa del verdetto.

 

 

Nell’albo d’oro il primo nome fu quello di Porta San Martino, seguito da Porta San Facondino che ha collezionato il maggior numero di vittorie, per cedere il passo poi a Porta San Donato che si è aggiudicata tre edizioni consecutive, con Porta San Benedetto che nel 2019 – ultimo anno in cui è stato assegnato il premio - ha conquistato la prima vittoria nel premio per il corteo storico. Tra gli aspetti normati dal regolamento del Corteo storico la presentazione da parte delle Porte dei temi della propria sfilata che devono far riferimento al XV secolo e sono legati esclusivamente alla realtà nazionale. Spesso il riferimento è comunque anche a realtà umbre e gualdesi in particolare. Tutto il lavoro si concretizzerà in un corteo di oltre milleduecento figuranti in un tripudio di colori, carri, costumi che fanno di quello dei Giochi de le Porte una delle più apprezzate rievocazioni storiche del centro Italia e non solo.