Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, raid vandalico nelle strade della movida. Denunciato un giovane

Maria Luce Schillaci
  • a
  • a
  • a

Erano venuti in sei dalle zone dell’Amerino, tra Montecastrilli e Avigliano Umbro, un gruppetto di ragazzi e ragazze intorno ai 20 anni, per trascorrere la serata di sabato 14 maggio nella movida ternana. Poi però, dopo qualche bicchiere di troppo, tutto si è trasformato in una notte brava con tanto di atti vandalici e danneggiamenti in varie vie del centro tra rottura di vasi, piante gettate a terra, secchi della spazzatura rovesciati, in particolare tra vicolo San Marco e vico dell’Olmo.

Un vero e proprio raid prima di riprendere le auto e far ritorno a casa. Il gruppo però è stato identificato e uno di loro è finito nei guai. A incastrarli sono state le immagini registrate dalle telecamere che si trovano nella zona presa di mira. Una bravata costata cara. Erano stati i residenti e i titolari delle attività commerciali del posto, il mattino seguente, a sfogare sui social tutta la loro rabbia e lo sconforto per i danni subiti. Ma la risposta della polizia di Stato è stata rapida.

Di fatto già lunedì 16 maggio la Digos, diretta da Marco Colurci, aveva identificato il gruppo facendo scattare i provvedimenti. A essere denunciato per il reato di danneggiamento di cose esposte alla pubblica fede, oltre al pagamento di una sanzione pecuniaria per ubriachezza, è stato un 20enne incensurato, residente in provincia: nelle immagini delle telecamere infatti si vede proprio lui che, intorno alle 3 di notte di domenica 15 maggio, si lascia andare agli atti di inciviltà che ora gli vengono contestati. Gli altri del gruppo invece sono risultati estranei ai fatti. Oltre alla denuncia, nei suoi confronti il questore ha emesso anche il Dacur, ovvero il Daspo urbano che gli vieta di frequentare la zona della movida. Secondo la Lega Terni “i sistemi di videosorveglianza si sono rivelati ancora una volta fondamentali per garantire la sicurezza sul territorio”. Dopo aver ringraziato la polizia per la brillante operazione condotta, la Lega Terni ha assicurato che "continueremo a lavorare insieme all’assessore competente Giovanna Scarcia nella direzione di assicurare il controllo capillare del territorio. Alle chiacchiere di chi ci ha preceduto e dei loro nuovi alleati preferiamo i fatti".