Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, investita dopo essere scesa dall'autobus: 14enne in prognosi riservata

Esplora:

Francesca Marruco
  • a
  • a
  • a

E’ ricoverata in prognosi riservata una quattordicenne che ieri è stata investita mentre attraversava la strada a Solfagnano Parlesca. La ragazzina, secondo quanto è stato possibile apprendere, stava attraversando la strada dopo essere scesa dall’autobus. Dopo aver percorso qualche metro sulla banchina avrebbe attraversato la strada a ridosso delle strisce pedonali. Stava tornando a casa dopo la mattinata a scuola. L’incidente si è verificato qualche minuto dopo le 13.30 lungo la strada Tiberina Nord, all’ingresso del centro abitato della frazione perugina

 

 

Ad investirla è stato un uomo alla guida di un suv che, stando alle testimonianze dei presenti, avrebbe cercato fino all’ultimo di evitare di investire la ragazzina senza riuscirci. La Volkswagen T-Roc alla fine ha travolto la ragazzina con la parte anteriore dell’automobile mentre da Umbertide procedeva verso Perugia. Sul cofano è rimasto un segno. Dopo l’impatto la quattordicenne è caduta a terra. Il primo a prestare soccorso alla giovane è stato il conducente del Suv, un ex carabiniere in pensione. Insieme a lui anche altre persone presenti che hanno immediatamente richiesto l’intervento dei sanitari del 118. I medici hanno dunque stabilizzato la ragazzina e l’hanno portata in ospedale con un politrauma. E’ arrivata in ospedale al pronto soccorso in codice rosso, e, subito dopo è stata trasferita nel reparto di rianimazione in prognosi riservata. Secondo quanto emerge avrebbe riportato un trauma cranico ma, fortunatamente non sarebbe in pericolo di vita. Sul luogo dell’incidente, oltre ai sanitari del 118, sono intervenuti anche gli agenti della polizia locale alla guida del comandante Nicoletta Caponi per tutti i rilievi del caso. L’uomo, classe 1959, è stato indagato d’ufficio per lesioni gravi. 

 

 


Intanto la 21enne che lunedì mattina era stata investita mentre attraversava la strada in via Conti, a ridosso del Curi, sulle strisce pedonali, resta stabile in terapia intensiva in prognosi riservata. Anche lei ha riportato diverse fratture. Ma nel suo caso, l’uomo che l’ha investita non si è fermato a prestarle soccorso, anzi ha proseguito ed è andato a casa. Dove, poco dopo, lo hanno rintracciato gli agenti della polizia locale che lo hanno identificato grazie alle telecamere di videosorveglianza che ha immortalato l’incidente e quindi la sua targa. Nel suo caso la denuncia è stata sia per lesioni gravissime che per omissione di soccorso.