Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Foligno, Caserma Gonzaga: anche 18 mila domande per un concorso

Giulia Silvestri
  • a
  • a
  • a

Un nuovo passo all’insegna dell’eccellenza è quello compiuto in solo dodici mesi dal centro di selezione e reclutamento nazionale dell’Esercito (Csrne) grazie all’informatizzazione di tutte le fasi del processo di selezione. Si chiama SelPro (processo di selezione informatizzato) l’ambizioso progetto illustrato dal generale di brigata Vincenzo Spanò, comandante del Csrne, e rappresenta l’ultima frontiera dei processi di selezione dei concorsi dell’esercito.

 


Per capirci. Per un concorso possono presentare domanda al centro di selezione della Gonzaga di Foligno anche 18 mila candidati: poi, come spesso accade, se ne presenteranno all’incirca la metà. Ma i numeri restano importanti e danno prova di una macchina organizzativa perfetta. 
Già nel 2017 il centro ha visto l’introduzione di un nuovo test (il brain HQ) per valutare la plasticità cerebrale del candidato nell’ambito della valutazione psicoattitudinale, che nel 2019 ha visto l’inaugurazione di aule informatizzate dedicate. Ma nel settembre 2020 si costituisce un gruppo di lavoro presso lo stato maggiore dell’esercito dedito all’informatizzazione delle altre fasi di selezione: le prove fisiche e le visite mediche. In un anno il progetto è giunto a compimento e dopo un periodo di sperimentazione in cui la selezione informatizzata è avvenuta in abbinamento con il cartaceo, lo scorso marzo ha inaugurato la nuova era dei concorsi informatizzati. Il tutto è stato reso possibile grazie alla creazione di un’infostruttura che affianca alle postazioni computerizzate una rete esclusivamente dedicata al processo di selezione, e allo sviluppo di un software in grado di far confluire in una cartella digitale tutti i dati relativi all’iter selettivo del candidato, dalla registrazione, alle prove fisiche, fino alle prove psicoattitudinali e le visite mediche.

 

 

La rete dedicata consente di condividere e archiviare nella massima sicurezza tutte le fasi di selezione dei concorrenti, coordinando in maniera eccellente gli uffici addetti. Ottimizza il processo selettivo, l’impiego delle risorse umane e garantisce l’assoluta trasparenza, tutelando la privacy del candidato che per tutta la durata del concorso viene identificato con un codice numerico. Inoltre, al termine della selezione questi potrà ottenere l’esito di tutte le fasi concorsuali per averne immediata contezza. Un progetto che con la sua attuazione a fianco della velocizzazione dei tempi di selezione, vede altresì l’abbattimento dei costi e l’eliminazione dell’utilizzo della carta, oltre alla possibilità di analizzare in tempo reale l’andamento del concorso.