Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, investita a Pian di Massiano: pirata rintracciato e denunciato. La 21enne è grave

Sabrina Busiri Vici
  • a
  • a
  • a

Una ragazza di 21 anni G.A. è stata investita oggi - lunedì 16 maggio 2022 - attorno alle 10,30 sulle strisce pedonali nei pressi dello stadio Renato Curi e il conducente, con il parabrezza frantumato dall’urto violentissimo, non si è fermato a prestare soccorso ed è scappato. L’incidente è accaduto in viale Pietro Conti, sul tratto di strada che pure riporta segnaletica verticale e orizzontale dell’attraversamento pedonale, dal parcheggio di Pian di Massiano verso l’area dell’antistadio e ingresso degli spogliatoi del Perugia Calcio.
La zona è molto frequentata e infatti in diversi sono stati testimoni dell’investimento. . Tra questi la prima a prestare soccorso è stata un medico che si trovava transitare nella zona. Immediatamente è stata chiamata l’ambulanza del pronto soccorso anche perché le condizione della ragazza sono apparse davvero serie. Quando sono arrivati, i sanitari del 118 hanno effettuato tutti gli interventi di primo soccorso necessari e, poi, la giovane è stata caricata sull’ambulanza per il ricovero all’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia in codice rosso. Da qui il ricovero nel reparto di Rianimazione per il politrauma che la ventunenne ha riportato. Martedì 17 maggio si conoscerà  il referto.

 

Parallelamente sono scattate le ricerche da parte delle forze dell’ordine per individuare il pirata della strada. Non è stato difficile ricevere le testimonianze da parte di chi si è trovato ad assistere al terribile incidente e allo stesso tempo acquisire tutte le immagini delle telecamere di videosorveglianza che si trovano nell’intera zona di Pian di Massiano. Dopo le verifiche e, nel giro di brevissimo tempo, gli agenti della polizia locale sono risaliti alla targa e all’identificazione del conducente dell’autovettura che ha provocato l’incidente. In base alle prime informazioni, si tratta di un sessantatreenne, D.S. le sue iniziali, che viaggiava da solo.

 

 

 

L’uomo è stato raggiunto nella sua abitazione e poi interrogato. Dai medici sono stati eseguiti anche accertamenti per capire se l’uomo poteva essere in stato di alterazione da alcol o stupefacenti ma dai primi riscontri non è emerso nulla. Al momento non si conoscono i termini della deposizione che l’uomo ha rilasciato. Il 63enne è apparso alle forze dell’ordine in stato confusionale per lo choc. Ma, certamente, appare poco credibile che non si sia accorto di ciò che aveva provocato visto l’impatto violento e gli evidenti danni che la sua stessa macchina ha riportato dopo aver investito la ragazza. Da una prima visione delle immagini che sono state registrate dalle telecamere di videosorveglianza, peraltro, risulterebbe che l’automobilista non avrebbe toccato nemmeno i freni perché dalla registrazione non si vedrebbe l’accensione degli stop posteriori del veicolo. Inoltre anche dai rilevamenti effettuati non risultano tracce di frenata sull’asfalto. L’autore dell’incidente, da quanto si apprende dall'ufficio infortunistica della polizia locale, è stato denunciato a piede libero per fuga e omissione di soccorso. E oggi. Martedì 17 maggio, si attende il referto dell’ospedale sulle condizioni della ragazza per procedere, eventualmente, con altri capi di imputazione nei confronti dell’uomo.
Va detto che la zona di Pian di Massiano è ad alto scorrimento e molto trafficata, più volte si sono verificati incidenti nella zona e, proprio per questo motivo, durante le giornate del mercato settimanale e delle partite sia di calcio che di pallavolo, l’area viene sempre presidiata dalle forze dell’ordine. Nonostante questo da più parti è stata chiesta l'installazione di un semaforo.