Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, anteprima d'estate: arrivano gli stranieri ed è subito pienone

  • a
  • a
  • a

Il caldo gioca d’anticipo e l’Umbria fa il pieno di turisti. Anche stranieri. E’ assalto ai laghi, alle città d’arte ma anche alla Valnerina che regala il connubio perfetto tra sport e natura. “Abbiamo tantissime famiglie, tanti ragazzi, finalmente la stagione è ripartita”, racconta entusiasta Maria delle Grotti che insieme a Stefano Gaffi gestisce il centro rafting Nomad di Vallo di Nera. “Questo anticipo di estate ha giocato a nostro favore - continua - in questi giorni, per esempio, abbiamo avuto anche feste di addio al nubilato e al celibato. E poi ci sono le gite, abbiamo tante prenotazioni”. 

 

 

 

 

 

Boom di presenze anche al lago Trasimeno. “Il weekend sta andando molto, molto bene - evidenzia Michele Benemio, presidente del consorzio Urat che racchiude i ristoratori e gli albergatori del territorio - e questo anche grazie agli stranieri che stanno cominciando a tornare, soprattutto tedeschi, belgi e olandesi. Qualcuno è arrivato in aereo, molti in camper. La loro presenza è significativa anche perché, negli anni passati, maggio non è mai stato un mese particolarmente attivo. Tutto questo movimento dà speranza, rappresenta un ottimo inizio”. Marco Sciarra, gestore del Pozzo della Cava a Orvieto, conferma il ritorno dei turisti stranieri: “I più arrivano dalla Francia, dal Belgio e dai Paesi Bassi - spiega - b&b e case vacanze sono tutte prenotate fino a ottobre, impossibile trovare un posto libero. Qualcosa è ancora disponibile, invece, negli alberghi perché è cambiato il tipo di turista: più veloce, forse meno attento e propenso a spendere. Ma le piazze sono piene, noi abbiamo avuto un numero di visitatori maggiore rispetto al pre Covid”. Ad Assisi a confermare la presenza di tanti turisti è l’assessore Fabrizio Leggio: “Questo weekend è andato molto bene - evidenzia - a conferma del trend positivo iniziato a Pasqua e proseguito con il ponte del 25 aprile. E’ un turismo di discreta qualità anche se forse mancano ancora i grandi gruppi organizzati degli anni passati. Ma siamo molto soddisfatti e anche i commercianti stanno riacquistando un po’ di serenità”.

 

 

 

 

 

 

 

Tra i tanti eventi acchiappaturisti anche PicNic a Trevi che nel fine settimana ha fatto registrare circa cinquemila presenze. Ristoranti, spiagge e alberghi presi d’assalto a Piediluco. “Già dalla mattina - racconta Davide Crisostomi, titolare del Baraonda - avevamo riempito quasi quattro file di ombrelloni. Dopo i ponti del 25 aprile e del primo maggio, la stagione sta andando alla grande, soprattutto per quanto riguarda le prenotazione e il cosiddetto turismo organizzato. E’ innegabile, però, che si potrebbe fare ancora meglio”. Record di presenze anche alla cascata delle Marmore che si conferma una delle località più gettonate dell’Umbria.