Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, inchiesta sulla prostituzione minorile: 17enne fugge ancora dalla comunità protetta

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

E’ scappata per l’ennesima volta dalla comunità a cui era stata affidata dal tribunale dei minori. 
E sabato è stata segnalata dalla polizia locale sempre lì, a Fontivegge, nelle zone della prostituzione. Si tratta della diciassettenne di origini rom che il mese scorso aveva tentato la fuga sempre da una struttura protetta a cui era stata assegnata dai magistrati. Era anche positiva al Covid. E’ stata quindi condotta in una residenza del Comune in cui vengono accolti minori senza una rete familiare. Ma è scappata di nuovo. Sul caso è aperta un’inchiesta della procura dei minori che parallelamente indaga sullo sfruttamento di baby prostitute tra via Canali e piazza Vittorio Veneto.

La conferma l’aveva fornita la stessa polizia locale nell’agosto del 2021, quando a seguito di cinque multe per la violazione dell’ordinanza antiprostituzione era emerso che su un gruppo di rom under 18, tra cui la 17enne in questione, era in corso “un’attività d’indagine in supporto ai servizi sociali locali incaricati dal tribunale per i minorenni a relazionare circa le loro condizioni di vita socio-familiari”, per capire in particolare se fossero obbligate da terzi a vendersi in strada. Anche per arginare questo fenomeno è stata replicata l’ordinanza che prevede multe da 450 euro.

Il provvedimento è entrato in vigore venerdì e durerà fino al 31 ottobre. Il divieto è previsto in queste vie: strada Settevalli, via Nuvolari, via Conti, viale del Percorso Verde, via Trasimeno Ovest (compreso l'accesso al raccordo Perugia–Bettolle direzione Perugia), via del Tempo Libero, via Mario Angeloni (e parcheggi), via Canali, via Campo di Marte, via del Macello, via Piccolpasso, via Dottori, via Penna, via Soriano, via Corcianese, via Cestellini e via della Scuola.