Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, morto Sauro Cosimetti: storico deejay, aveva legato il suo nome anche al Red Zone

  • a
  • a
  • a

Addio a Sauro Cosimetti. Lo storico deejay perugino, originario di Valfabbrica, è morto. Aveva 55 anni. Aveva legato il suo nome ai club dell'Umbria, in particolare al mitico Red Zone in cui fu dj resident. Sui social il popolo della notte lo sta salutando in queste ore con affetto e partecipazione: ha fatto ballare intere generazioni di giovani.

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Antonio o Antonello Ferrari (@djralf__)

 

Il popolare e conosciutissimo deejay - era molto apprezzato anche al di fuori della regione - sarebbe morto per cause naturali nella propria abitazione. Tra i primi salutare Cosimetti sui social è stato dj Ralf - icona umbra e italiana tra i deejay - con un post su Instagram: "Buon viaggio Saurino, falli volare ovunque tu vada".

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Alfredo Trastulli o FTG (@ftgmusica)

 

"Chi non c'era, non può capire cosa sia stato e cosa abbia significato vivere il Red Zone nei suoi anni magici e surreali. Era il mondo delle meraviglie dove eravamo tutti un po' Alice, e tanto Brucaliffo. Era un mondo musicale, di una musica innovativa, rara, eccelsa, che veniva suonata in esclusiva da Dj's che accorrevano da Londra, Parigi, New York, sgomitando per girare i dischi in quella consolle a Casa del Diavolo, che non era più la provincia di Perugia, ma la capitale dell' Universo sonoro, in una cornice di Arte, danza, cultura, perdizione. E quella consolle aveva il suo re: Sauro Cosimetti" il ricordo di Francesca Carbonini.