Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, la solidarietà regala alla Croce rossa una nuova ambulanza

  • a
  • a
  • a

Il comitato della Croce rossa di Perugia ha inaugurato, nella mattinata di sabato, la nuova ambulanza, un modello di ultima generazione dal valore di 70 mila euro. Il mezzo è stato intitolato alla memoria della volontaria, scomparsa lo scorso anno, Giovanna Benedetti Speziali. “Alla vigilia della giornata mondiale della Croce Rossa, siamo orgogliosi di accendere la nuova ambulanza e di intitolarla a Giovanna e al suo lungo percorso di militanza all’interno della nostra organizzazione - ha detto Patrizia Moretti, presidente del comitato della Croce rossa di Perugia che ha colto l’occasione per ringraziare i i sostenitori e i partners che hanno reso possibile l’acquisto”. La cerimonia si è svolta in una affollata piazza IV Novembre. Presente Maria Pia Benedetti, figlia di Giovanna, che ha evidenziato il grande impegno profuso dalla madre nell’ambito della Croce rossa fin dagli anni ’80, nell’ottica che, come sosteneva sempre lei stessa, “fare volontariato non è una medaglia ma un privilegio”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“Nel 1997, mamma fu in prima linea nell’assistenza agli sfollati del terremoto di Norcia e nel 2006 venne insignita della medaglia al merito della Croce rossa, in occasione del compimento dei 25 anni di servizio all’interno del corpo”, ha ricordato. Il sindaco, Andrea Romizi, ha tenuto invece a sottolineare come il comitato perugino faccia la differenza nel capoluogo umbro con il supporto che offre; quanto a Giovanna Benedetti, “ho il privilegio di averla conosciuta e credo che la sua gentilezza e il suo garbo siano un esempio di vita”, ha evidenziato Romizi. “In un mondo che fatica a trovare dei punti di riferimento - ha commentato monsignor Marco Salvi, vescovo ausiliario di Perugia - trovo che l’inaugurazione della nuova ambulanza sia un piccolo ma significativo passo per cominciare a rimettere delle solide basi alla nostra società”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il mezzo inaugurata ieri presenta delle novità tecniche di non poco conto, a cominciare dalle sospensioni posteriori ad aria autolivellanti che permettono la stabilità del mezzo e l’ottimo caricamento del paziente, sulla barella, all’interno del veicolo con azzeramento delle vibrazioni per quanto riguarda il trasporto. Importante, per quanto riguarda l’illuminazione, la presenza di 4 fari a led sulle pareti laterali, lampeggianti e sirene modificati nel pieno rispetto delle normative vigenti.