Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, torna l'ordinanza anti prostituzione: vietato parlare con chi indossa abiti che offendono il pudore

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

Da domani fino al 31 ottobre a Perugia è vietato “intrattenersi con soggetti dediti al meretricio” in queste vie: strada Settevalli, via Nuvolari, via Conti, viale del Percorso Verde, via Trasimeno Ovest (compreso l’accesso al raccordo Perugia–Bettolle direzione Perugia), via del Tempo Libero, via Mario Angeloni (e parcheggi), via Canali, via Campo di Marte, via del Macello, via Piccolpasso, via Dottori, via Penna, via Soriano, via Corcianese, via Cestellini e via della Scuola.

E’ tutto scritto nell’ordinanza firmata dal sindaco Andrea Romizi, che prevede multe da 450 euro per chi si ferma in auto a parlare con persone che mettono in atto anche solo uno dei seguenti comportamenti: “permanere a lungo in strada al fine della prostituzione”, “assumere atteggiamenti congruenti allo scopo di offrire prestazioni sessuali” e “indossare abiti idonei a manifestare l’intenzione di adescare al fine del meretricio o che offendano il pubblico pudore”. Atto e mappa sono stati vergati a seguito delle segnalazioni arrivate a questura e polizia locale.

“Oltre a verificarsi nelle ore notturne questi comportamenti si riscontrano anche nelle ore serali ed in quelle pomeridiane e in alcune aree anche di mattina, con gravi ripercussioni specialmente nelle vie con maggiori insediamenti abitativi”.