Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Foligno, disturbi alimentari: "Picco di casi durante i mesi del lockdown". La testimonianza di Maria Tini

Giulia Silvestri
  • a
  • a
  • a

Vincere i disturbi alimentari parlando del problema. Questo il significato del tema scelto per la terza edizione del concorso “Il giorno delle stelle” organizzato da Ali della Mariposa, l’associazione di Foligno che promuove il talento e la creatività dei giovani delle scuole secondarie di secondo grado. Ieri mattina nella sala Fittaioli del Comune è stata presentata la fase finale del concorso dalla presidente dell’associazione Lorella De Bonis, presenti il sindaco Stefano Zuccarini, il suo vice Riccardo Meloni, gli assessori Marco Cesaro e Paola De Bonis, la consigliera comunale nonché curatrice dell’edizione, Tiziana Filena, il prestigiatore Andrea Paris e Gianni Maria Angeli, preside della scuola di formazione professionale “.form”, sponsor ufficiale dell’associazione. Presente anche la preside dell’Ite Scarpellini, Federica Ferretti con una delegazione di ragazzi dell’associazione. Il concorso vedrà sfidarsi gli studenti di tre scuole del territorio umbro, l’istituto professionale Emiliano Orfini di Foligno, il liceo Sesto Properzio di Assisi e il liceo artistico Leoncillo Leonardi di Spoleto. Gli studenti realizzeranno un cortometraggio sul tema dei disturbi alimentari.

 

 

Ad ispirare la tematica è stato l’incontro con La rinascita delle farfalle, l’associazione che dal 2019 unisce le ragazze e i ragazzi di tutta la penisola che hanno affrontato o lottano con un disturbo del comportamento alimentare. A rappresentarle ieri la giovane Maria Tini che ha ricordato il valore di un movimento, nato per caso sui social, che dà ascolto e voce a chi condivide questa esperienza. “In questi due anni i disturbi alimentari sono cresciuti moltissimo – ha raccontato Maria – stando chiusi in casa da soli il problema passa da pochi episodi a tantissimi al giorno”. Proprio l’isolamento forzato infatti è stato terreno fertile per l’insorgere di queste problematiche. “Ci hanno raccontato il loro vissuto e hanno sensibilizzato i ragazzi su questo grande problema che coinvolge gli adolescenti” ha spiegato la presidente dell’associazione Lorella De Bonis. A sottolineare il peso della distanza, nemica dei disturbi psicologici anche il sindaco Zuccarini: “Il tema scelto quest’anno a volte viene sottovalutato – ha detto - ma è importante che venga posto al centro comprendendone il profondo coinvolgimento psicologico”.

 

 

Tre i sostanziosi premi del valore di 1.000, 600 e 400 euro, messi in palio dalla scuola di formazione professionale “.form”, che permetteranno alle scuole di realizzare iniziative proprie. A decretare la classifica sarà una giuria qualificata di artisti e professionisti. “Quest’anno abbiamo deciso di premiare tutte le tre scuole partecipanti – ha spiegato la presidente De Bonis – perché simbolicamente rappresentano tutti gli studenti che in questi due anni di emergenza sanitaria hanno sofferto a causa della mancanza di relazioni interpersonali”. Il corto verrà proiettato nella mattinata di mercoledì 25 maggio all’auditorium San Domenico in occasione dell’evento “Il giorno delle stelle”. La curatrice dell’evento, Tiziana Filena, ha svelato i nomi di due ospiti d’eccezione: il pianista folignate Luca Giuliani e il ballerino teatrale e televisivo Francesco Italiani, che vanta tra le altre una partecipazione ad un film di Martin Scorsese. Non mancherà la partecipazione del noto prestigiatore Andrea Paris che sostiene il concorso sin dalla sua prima edizione.