Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Narni, si rinnova l'offerta dei ceri in cattedrale per la Corsa all'Anello

  • a
  • a
  • a

Lunedì 2 maggio, nell’ambito dei festeggiamenti per la Corsa all’Anello, inizieranno gli eventi in onore del patrono della città di Narni, San Giovenale. Alle 21 in cattedrale si terrà De Cereis et Palii Offerendi, l’offerta dei ceri e dei palii, rievocazione della tradizionale offerta al patrono. La luminaria delle autorità comunali e pontificie, delle corporazioni, dei castelli, alla luce di ceri e fiaccole, porgerà il proprio omaggio al vescovo della Diocesi di Terni, Narni e Amelia, monsignor Francesco Antonio Soddu. Sfileranno in costume medievale i nobili e le magistrature cittadine che dal palazzo comunale si recheranno nella cattedrale impugnando un grande cero che verrà donato al vescovo della Diocesi in segno di devozione al Santo Giovenale.

Martedì 3 maggio, giornata del patrono, alle 10.30 si terrà la solenne messa officiata dal vescovo della Diocesi di Terni, Narni, Amelia. Al termine della funzione religiosa, partirà dal duomo la tradizionale processione che attraverserà le vie cittadine con il busto di San Giovenale. Parteciperanno i fedeli, le autorità cittadine, gli esponenti della Chiesa e le delegazioni dei terzieri in costume trecentesco, precedute dai musici della Corsa all’Anello. Alle 17 in piazza dei Priori, tra il palazzo comunale e la torre civica, verrà poi disputata la Corsa all’Anello storica, tradizionale evento dove nella piazza del centro storico, lungo un percorso in linea con gli statuti risalenti al 1371, si sfideranno i cavalieri dei terzieri di Mezule, Fraporta e Santa Maria. La corsa storica è un assaggio di quella moderna che si terrà al Campo de li Giochi domenica 8 maggio. Il bersaglio è posto lungo una pista in terra battuta, sulla sinistra del cavaliere ad un’altezza che simula la posizione della testa dell’avversario lungo la lizza di un torneo. L’anello di dimensioni ridotte verrà assegnato all’ultimo concorrente che tra gli altri riuscirà a rimanere in gara. A partire da mercoledì 4 maggio inizieranno poi le benedizioni dei cavalieri dei terzieri della Corsa all’Anello, che l’8 maggio disputeranno la gara equestre. L’apertura è affidata a Fraporta che benedirà i suoi cavalieri alle 21.30 nella chiesa di San Francesco, seguita da Santa Maria che il 5 maggio alle 21.30 benedirà i fantini nella chiesa di Santa Maria Impensole.

A chiudere il ciclo delle benedizioni Mezule, con una cerimonia che si terrà il 6 maggio alle 21.30 nella chiesa di Santa Margherita. I cavalieri dei terzieri, al termine di ogni benedizione, si recheranno in cattedrale per donare una rosa a San Giovenale. Sabato 7 maggio sarà poi la volta del grande corteo storico che si snoderà per le vie del centro storico illuminate solo da fiaccole, uno degli eventi più seguiti e suggestivi della Corsa all’Anello che terminerà domenica 8 maggio con la giostra equestre al Campo de li Giochi, in cui i nove cavalieri dei terzieri si sfideranno per vincere l’ambito anello d’argento.