Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Todi, ospedale di Pantalla hub per la diagnostica cardiovascolare

  • a
  • a
  • a

Nuovo potenziamento tecnologico per il centro di risonanza magnetica cardiaca dell’ospedale di Todi a Pantalla. La struttura, già riconosciuta come uno dei cinque centri emergenti a livello internazionale durante il 25esimo congresso Scmr,  è stata identificata come centro di riferimento, Hub, di Diagnostica cardiovascolare avanzata all’interno della rete aziendale e nei prossimi mesi sarà oggetto di un ulteriore potenziamento tecnologico grazie all’aggiornamento della risonanza magnetica e all’acquisto della Tc cardiaca. 

 

 

La recente designazione, spiegano dalla Usl, è frutto del lavoro svolto dal team cardio-radiologico guidato dal dottor Angelo Lemmi, direttore della struttura complessa di Diagnostica per immagini Media Valle del Tevere-Trasimeno e dal dottor Andrea Cardona, medico cardiologo in servizio presso l’ospedale di Pantalla, già professore assistente presso la Ohio State University (Columbus, Usa), specializzatosi negli Stati Uniti e riconosciuto esperto a livello internazionale nell’ambito della diagnostica cardiovascolare avanzata. Il dottor Cardona, esprimendo grande soddisfazione per il riconoscimento, ha ricordato che “il centro attrae anche numerosi utenti che provengono dalle regioni limitrofe. Il nostro impegno si muove nella direzione di migliorare ulteriormente questa bella realtà che ho avuto l’onore di contribuire a far nascere e sviluppare in questi anni”. 

 

 

Il centro della Media Valle del Tevere, che a partire dal 2019 si è strutturato con un team cardio-radiologico altamente specializzato, ha visto una crescita esponenziale degli esami eseguiti che già si stima supereranno le mille unità entro la fine del 2022.
Ad attestare i prestigiosi risultati raggiunti vi è stato anche il recente riconoscimento internazionale durante il congresso scientifico della società di risonanza magnetica cardiovascolare. L’evento, che si sarebbe dovuto svolgere in Florida, a causa della pandemia Covid, si è svolto da remoto ed ha visto la partecipazione di centinaia di medici e ricercatori provenienti da cinque continenti.