Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, marito geloso e tradito si scaglia contro la moglie. Ora rischia due anni di carcere

  • a
  • a
  • a

Sposa una donna di 29 anni più giovane, poi scopre che lei lo tradisce: dopo la separazione, la coppia arriva alla riconciliazione, ma lei continua ad avere altri rapporti. Così lui l’avrebbe a più riprese insultata, stando alle denunce della signora, 39 enne di origini rumene. L’uomo, classe 1954, finisce così prima sotto inchiesta e poi a processo per maltrattamenti in famiglia. Adesso rischia una condanna a due anni di reclusione: è quanto ha richiesto il pm nell’udienza. Si tratta del minimo previsto da questo tipo di reato. La pubblica accusa ha riconosciuto le attenuanti generiche, grazie anche alla riscostruzione della difesa dell’imputato, rappresentata dall’avvocato Giovanna Mirella Anania. Quest’ultima ha chiesto l’assoluzione. L’uomo, ossessionato dalla gelosia, aveva anche assoldato un’agenzia di investigazione privata per accertare i tradimenti. Da lì gli epiteti - presunti dato che l’accusa si fonda sulla versione della donna - che hanno portato la moglie a sporgere denuncia. La donna ha sempre parlato di attacchi verbali e ha rinosciuto che non è mai stata vittima di violenze fisiche. Da qui la decisione del pubblico ministero di chiedere il minimo previsto da questo tipo di reato. La coppia ha un figlio. Ora la parte offesa sta con l’uomo con cui aveva avuto l’ultima relazione e da cui ha avuto due bambini. E’ stata fissata l’udienza per repliche e sentenza al 25 maggio.