Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Città di Castello, barbone dorme alla stazione ferroviaria

  • a
  • a
  • a

Una vecchia coperta, un sacco a pelo, stracci usati come cuscini. Un vero e proprio letto ma nella sala d'aspetto della vecchia stazione ex Fcu, La Fornace a due passi dal centro storico di Città di Castello. Da qualche settimana la struttura è diventata la casa di un senza tetto. Così fra i tanti che vedono quelle coperte, e corrono via silenziosi, c'è chi ha deciso di fare uno scatto con il cellulare. L'immagine del barbone poi è stata postata nei social con la scritta: ''Come si può lasciare una persona a dormire qua alla fermata del treno?'', con la conseguente gara di solidarietà per aiutare chi vive in quel piccolo e isolato spazio. Sotto lo scatto alcune idee e suggerimenti: qualcuno anche in questa occasione non ha rinunciato alla polemica, i più invece sono per cercare di dare una mano alla persona. 

 

 

E' la prima volta che a Città di Castello viene trovata una persona che dorme regolarmente alla stazione. Le forze dell'ordine sanno di questa presenza, secondo alcuni sono state informate anche le diverse strutture di accoglienza ma non c’è conferma ufficiale. Dopo lo scatto finito nei social e il conseguente tam tam mediatico, c'è chi si augura che a questa persona possano venire in aiuto gli enti preposti. I Servizi sociali del Comune si sarebbero già mossi, ma oggi se ne saprà di più.

 

 

In passato si segnala solamente la presenza di una donna, straniera, che in piena pandemia da Covid e durante il lockdown si era rinchiusa nella sala d'aspetto della stazione: ma dopo tre giorni venne fatta sistemare in una adeguata struttura.