Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, aggredisce un uomo con un cacciavite colpendolo quattro volte: arrestato per tentato omicidio

  • a
  • a
  • a

Aggredisce un uomo con un cacciavite colpendolo quattro volte al fianco e si dà alla fuga: la polizia di Perugia lo rintraccia e lo arresta per tentato omicidio. Il fatto è avvenuto nei giorni scorsi in una frazione del capoluogo, a Colombella. I militari, a seguito di una chiamata al numero di emergenza, sono intervenuti presso una ditta, dove si trovava la persona aggredita. La vittima era un marocchino, classe 1993, che era già stato soccorso dal personale sanitario del 118 e portato d'urgenza in ospedale.

 

 

Gli agenti, a quel punto, hanno sentito i presenti che hanno riferito che, intorno alle 12, si era verificata una lite tra due autotrasportatori per questioni legate al mancato rispetto di una precedenza nelle operazioni di carico e di scarico della merce. Lite prontamente sedata dai responsabili e dai dipendenti della ditta. Dopo una decina di minuti, l’indagato era, però, salito sul rimorchio del marocchino colpendolo al fianco con un cacciavite. L’uomo, successivamente, si era allontanato a bordo del suo camion facendo perdere le sue tracce.

 

 

Gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico lo hanno rintracciato, poco dopo, presso una ditta vicina, in attesa di effettuare delle riparazioni al mezzo. Sentito in merito, l’uomo – di origini albanesi, classe 1993 – ha confermato la lite dichiarando di essere solo venuto alle mani con il 39enne marocchino, tentando così di sminuire l’episodio.Avuta conferma dalla Sala Operativa che la vittima aveva riportato quattro ferite da punta e che si trovava ricoverato d’urgenza presso l’Ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia, gli agenti, in sicurezza, hanno sottoposto a controllo il 29enne albanese, trovandolo in possesso di tre coltelli, cinque cacciavite e un’asta di ferro, poi sottoposti a sequestro. L’uomo, con a carico numerosi precedenti per minacce anche con uso di cacciavite, rissa, lesioni, furto, danneggiamento, resistenza e oltraggio a Pubblico Ufficiale è stato arrestato dal personale delle Volanti e accompagnato presso il carcere di Capanne. L’arresto è stato poi convalidato il 23 aprile dal Gip che, accogliendo la richiesta formulata dal Pm, ha disposto la misura della custodia cautelare in carcere.