Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Città di Castello, ubriaco alla guida perde il controllo dell'auto e danneggia recinzione

  • a
  • a
  • a

Prima bevono e poi si mettono alla guida dell'auto. E' successo di nuovo a Città di Castello, dove i carabinieri della compagnia diretta dal maggiore Giovanni Palermo hanno intensificato i controlli in questo lungo ponte del 25 aprile. Massimo è stato anche l’impegno in materia di codice della strada, con l’attenzione dei militari rivolta, come sempre, a contrastare quelle condotte di guida in particolarmente insidiose e pericolose. In questo senso i militari del Radiomobile hanno denunciato un giovane che alla guida del proprio autoveicolo ha perso il controllo del mezzo andando a collidere contro una recinzione presente a margine della carreggiata. L’uomo, sottoposto agli accertamenti del caso, è risultato essersi messo alla guida del mezzo con un tasso alcolemico quattro volte superiore al limite consentito. Per lui immediato ritiro della patente e denuncia.

 

 

 

Sempre i carabinieri del Radiomobile durante un posto di controllo alla circolazione stradale, a Trestina hanno fermato un uomo che alla guida della propria auto e che si è rifiutato di sottoporsi agli accertamenti finalizzati a verificare la guida in stato di alterazione psicofisica, dovuta all’abuso di sostanze alcoliche. Per lui immediato ritiro della patente di guida, denuncia e sequestro del mezzo.

 

 

 

Nell’ambito dei controlli nei locali e piazze interessate alla movida e solitamente frequentate dai giovani e meno giovani, i carabinieri  della compagnia tifernate, coadiuvati anche da una unità cinofila del nucleo carabinieri cinofili di Firenze, hanno denunciato in stato di  libertà per il reato di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio un giovane che, oltre ad essere stato trovato in possesso di circa due grammi di marijuana, a seguito di altri accertamenti, è stato anche identificato quale presunto autore di alcune cessioni fatte nella serata stessa. L’attività di controllo ha inoltre portato anche a segnalare alla Prefettura di Perugia quali assuntori di sostanze stupefacenti altre tre persone per possesso di droga.