Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Narni, a palazzo dei Priori l'Università del Medioevo ricostruito

  • a
  • a
  • a

E’ una delle conferenze più attese ed importanti della 54esima edizione della Corsa all’Anello: domenica 24 aprile alle 17.30 al teatro Manini di Narni verrà presentato il nuovo organismo della Corsa all’Anello “In arte veteri”, l’Università del Medioevo ricostruito. Alla presentazione, tenuta dal’Associazione Corsa all’Anello, parteciperà la presidente della Regione dell’Umbria, Donatella Tesei. Nel 1305, venne inaugurato a Narni, nel convento dei domenicani, lo studium “In arte veteri”. Narni era un centro di fermento culturale di alto livello nel Medioevo e ora si vuole riproporre come centro di fermento culturale del Medioevo ricostruito. Palazzo dei Priori ospiterà il nuovo studium “In arte veteri”, Università del Medioevo ricostruito.

Lo studio, che sarà organo funzionale della Corsa all’Anello, avrà la stessa identica organizzazione delle università medievali, sia a livello gestionale che strutturale. Saranno presenti sia le arti puramente intellettuali (le liberali) che quelle concrete (le meccaniche), il tutto gestito da rettore, procuratori, maestri e bidelli. Concretamente lo studio, che ingloberà la commissione cultura della Corsa all’Anello, si occuperà della creazione di progetti, compresi quelli per la partecipazione ai bandi, pubblicazioni, organizzazione di conferenze, corsi e workshop, gestirà le pubblicazioni e gli aperitivi delle pergamene, individuerà nell’anno corrente il tema dell’anno successivo, divenendo insomma una vera e propria fucina del sapere. Nuove funzionalità potranno crearsi ed evolversi nel tempo a seconda delle esigenze.

Come nel Medioevo, inoltre, si avvarrà della collaborazione di docenti provenienti da tutta Italia, in una sezione scientifica esterna che fungerà da organo di consultazione sia per lo studium stesso che per i terzieri della Corsa all’Anello. Si terranno corsi di avvicinamento alle arti del Medioevo, non solo dal punto di vista dell’approfondimento storico, ma anche della creazione di manufatti, dando un nuovo impulso all’artigianato e sviluppando nuove professionalità, come la recente edizione del Festival delle Arti, che si è tenuta a settembre, ha dimostrato. Palazzo dei Priori diventerà insomma centro del Medioevo ricostruito, gioiello unico al mondo. E quindi Narni, non sarà più solo centro geografico d’italia, ma anche centro della cultura medievale.