Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Trasimeno, prima assemblea della Consulta dei giovani: priorità lavoro e rilancio del territorio

Nicola Torrini
  • a
  • a
  • a

Si è riunita nella sala consiliare del Palazzo della Provincia di Perugia la prima assemblea plenaria della Consulta dei giovani del Trasimeno, l’organismo di rappresentanza giovanile in seno all’Unione dei comuni del Trasimeno. A farne parte sono oltre cento ragazzi di età compresa tra i 16 e i 30 anni, residenti negli otto Comuni del comprensorio lacustre, che hanno deciso volontariamente e gratuitamente di impegnarsi per il proprio territorio.

 

 

Durante la riunione, a cui è intervenuto il presidente dell’Unione dei comuni Giulio Cherubini, sono stati eletti coordinatore Adriano Bertone, che era stato tra i promotori del progetto, e vicecoordinatore Ermore De Leo. Elette anche le sei commissioni tematiche che svilupperanno iniziative e proposte in ambito di: Inclusione sociale (Ginevra Urbani, Leonardo Ciaccioni, Viola Dini, Elena Abenante, Chiara Menchicchi, Marco Pesciarelli, Mattia Melani); Scuola e università (Martina Avola, Aurora Caloni, Lorenzo Mencaroni, Meghi Duka, Federica Pichini); Tutela ambiente (Giulia Ceccarelli, Marina Sorci, Rebecca Pettirossi, Jacopo Vagnetti, Gianmarco Strappaghetti, Marco di Matteo; Ettore stamponi); Cultura sport e tempo libero (Luca Marchetto, Michele Ursini, Samuele Giulivi, Paolo Ferrari, Alex Giwa, Edoardo Moschini, Andrea Minciotti); Turismo ed eventi di promozione del territorio (Daniele Berioli, Adriano Bertone, Martina Scorpioni, Diego Sepiacci, Debora, Dario Antonio Sepiacci, Ermore De Leo, Margherita Garilli); Trasporti, strutture e spazi pubblici, rapporti con le istituzioni (Saverio Scargiali, Edoardo De Leo, Diego Torroni). Le commissioni si riuniranno mensilmente.

 

 

“Questa è stata l’occasione per aprire i lavori - ha commentato Bertone -. C’è stata una grande partecipazione e c’è grande entusiasmo tra tutti. Sarà un’esperienza che aprirà le porte a un grande lavoro di sensibilizzazione sul territorio e coinvolgimento giovanile. Ora puntiamo a strutturare questo organismo”. Tra le prime iniziative che la Consulta si è proposta di portare avanti vi sono una serie di iniziative sul territorio del Trasimeno per coinvolgere più ragazzi al progetto. Inoltre si sta lavorando a realizzare delle inchieste tra i giovani per capire la loro visione del luogo in cui vivono e le loro reali necessità e aspirazioni. “A oggi i giovani nel Trasimeno - spiega quindi Bertone - vivono ancora il dramma di un territorio che lavorativamente parlando non li attrae. Questo è evidente. Ma altrettanto sono stati fatti notevoli passi avanti per il loro coinvolgimento sociale, partendo dalle esperienze dalla task force sulle politiche giovanili allo sviluppo di una consulta interamente dedicata a loro. Un grande sforzo dovrà essere fatto per rivalorizzare quei territori dove i giovani sono ancora marginali, creando attività di sensibilizzazione e partecipazione”.