Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Nelle scuole dell'Umbria 400 alunni fuggiti dall'Ucraina

  • a
  • a
  • a

Sono 400 gli alunni fuggiti dall’Ucraina già inseriti nelle scuole dell’Umbria. Secondo gli aggiornamenti del 20 aprile diffusi dal ministero dell’Istruzione, in Umbria 109 delle 232 strutture scolastiche regionali - ovvero il 47% - hanno provveduto all’accoglienza e alla validazione dei dati degli studenti. Il numero di ingressi più alto si registra nella scuola primaria con oltre la metà degli alunni; seguono i bambini accolti nei centri infanzia; quindi le medie e poi i ragazzi alle superiori.

 

 

I dirigenti scolastici assicurano che si sta governando al meglio la delicata fase di accoglienza dei profughi in età scolare e si sta assicurando l’accesso ai servizi educativi, scolastici e formativi in modo che a tutti sia garantito proseguire il percorso di istruzione nel sistema scolastico italiano. In Umbria, si ricorda, è in corso un programma straordinario di accoglienza della popolazione ucraina in età scolare, prescolare e universitaria. La Regione ha attivato, infatti, misure fino a 350 mila euro a beneficio dei giovani profughi.

 

 

Nel dettaglio, si tratta di due interventi. Il primo volto all’inclusione e integrazione dei profughi in età prescolare e scolare nei servizi socioeducativi all’infanzia e nei programmi didattici delle Istituzioni scolastiche dell’Umbria, primarie e secondarie, attraverso la fornitura dei supporti didattici necessari e di quelli di carattere psicologico e per la mediazione linguistica, nonché servizi specifici per soggetti con disabilità. Il secondo rivolto ai profughi studenti universitari, con l’obiettivo di inclusione e integrazione di giovani nei percorsi dell’offerta formativa dell’Università degli studi di Perugia e dell’Università per Stranieri, nonché delle altre Istituzioni dell’istruzione terziaria equiparata al livello universitario operanti in Umbria.