Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Todi, riaffiorano le antiche mura della città

Elio Andreucci
  • a
  • a
  • a

Continuano a sorprendere le scoperte archeologiche che regolarmente si verificano a Todi, in occasione dei ripetuti lavori di ristrutturazione e consolidamento del colle, a conferma della sua lunga e straordinaria storia. L’ultimo ritrovamento è di questi giorni ed è stato fatto durante i lavori di riqualificazione dell’area verde, adiacente il Tempio della Consolazione, eseguiti dal Comune e che sono tuttora in corso, tracce di un passato che si aggiungono alle numerose testimonianze già note e che arricchiscono il prezioso patrimonio storico della città. Si tratta di alcuni ruderi delle mura urbiche di contenimento, risalenti ai secoli XIII – XIV, come confermato dall’archeologo Valerio Chiaraluce, incaricato dal Comune di vigilare sui lavori, per conto della Soprintendenza.

 

 

Vista la posizione e le dimensioni delle murature, secondo la valutazione che è stata fatta da Valerio Chiaraluce, potrebbe trattarsi di fortificazioni medievali, che difendevano la porzione occidentale del borgo del Piano di San Giorgio e del borgo della Cupa, i cui lavori furono completati nel 1244. Sul posto sono intervenuti funzionari della Soprintendenza, con i quali è stato organizzato e regolato il proseguimento dei lavori, con la messa in sicurezza degli importanti ritrovamenti, che sembrano ridisegnare la pianta della città, confermando la validità delle cronache antiche, suggerendo al contempo, di approfondire l’indagine sui reperti.

 

 

Dopo la scoperta dei ruderi, i lavori di riqualificazione, previsti nell’area verde della Consolazione, proseguiranno regolarmente, così come previsto da programma, con la messa in sicurezza degli importanti ritrovamenti, come confermato dall’assessore ai Lavori pubblici Moreno Primieri. Un intervento di sistemazione e abbellimento che nell’area era atteso da molto tempo e che, oltre a restituire uno spazio di pregio, per il decoro e utilità della città, diventerà un ulteriore motivo di interesse, per i tanti turisti che vorranno quindi visitare il tempio della Consolazione e conoscere l’importante storia, insieme le altre ricchezze che offre la città.