Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Narni Città Teatro, presentato il festival di giugno con grandi nomi in cartellone

Simona Maggi
  • a
  • a
  • a

Cento artisti, 35 eventi, 11 location. Questi i numeri di Narni città teatro, festival che animerà dal 17 al 19 giugno 2022 Narni. La kermesse è stata presentata venerdì 15 aprile 2022 in una conferenza stampa online.

Anche in questa edizione la direzione artistica è di Francesco Montanari e Davide Sacco. Il tema scelto per questa terza edizione è Linguaggi fantastici. I protagonisti saranno teatro, musica, danza, performance, circo e kids. Narni e i suoi spazi culturali ed angoli più nascosti – dal teatro Manini fino agli spazi comunali come piazza dei Priori, il chiostro di Sant’Agostino e il chiostro di San Francesco, accoglieranno tanti protagonisti della scena teatrale, artistico-culturale e cinematografica, con nomi come Romeo Castellucci, Filippo Nigro, Liv Ferracchiati, Stefano Sabelli, Nadia Baldi, Fabrizio Arcuri, Chiara di Pietro, la compagnia Occhisulmondo, la coppia Federica Rossellini e Daniele Russo insieme ai 99 Posse, fino a Sabina Guzzanti (nella foto) che quest’anno sarà la narratrice protagonista del suggestivo appuntamento all’alba tra le rovine dell’Ala Diruta.

 

 

“Dopo le due precedenti edizioni Nascita e Cadute necessarie è la volta di Linguaggi fantastici – spiega Davide Sacco – con 35 eventi, tanti artisti ed emozioni”. Grande emozione per questa nuova edizione è stata espressa da Francesco Montanari che ha evidenziato “investire sulla cultura è importantissimo per la promozione del territorio”.

L’assessore comunale di Narni, Lorenzo Lucarelli, ha sottolineato che è un evento a cui tiene tantissimo perché lo ha tenuto a battesimo 3 anni fa. “Sono convinto il teatro – continua l’assessore Lucarelli - è un veicolo che ci permette di valorizzare tanti spazi del centro storico”. 
Saranno tre giorni ricchi di appuntamenti dalla mattina alla notte. Il cartellone è davvero ricco di appuntamenti e saranno tre giorni da vivere immensamente.

 

 

Si inizierà al teatro Manini con la performance Il terzo Reich di Romeo Castellucci. Tra le rappresentazioni ci sarà anche Uno spettacolo di fantascienza, testo e regia di Liv Ferracchiati in scena insieme ad Andrea Cosentino e Petra Valentini, ospitato nel festival grazie alla collaborazione con il Teatro stabile dell’Umbria, o Il Nero della compagnia Occhisulmondo. 

Gli incontri letterari vedranno protagonisti Giulio Sonno con il libro Maschere in trappola. Grande attesa anche per l’evento all’alba del 19 giugno, ormai un cult della manifestazione che quest’anno vedrà l’arrivo di Sabina Guzzanti nei panni della narratrice. Ci sarà anche un angolo dedicato ai più piccoli che presenterà Ranocchio e Moun, diretti entrambi da Fabrizio Montecchi. Per i tre giorni è stato realizzato un biglietto denominato “Instancabile" per chi non vorrà perdersi niente, dai primi spettacoli della mattina fino all’ultimo della notte.