Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, sequestrati nove chili di eroina e 86mila euro. Blitz dei carabinieri, arrestato un nigeriano

  • a
  • a
  • a

Maxi sequestro dei carabinieri di Perugia: i militari hanno arrestato nella serata di ieri, mercoledì 13 aprile, un 33enne nigeriano, a cui sono stati trovati oltre nove chili di eroina e 86mila euro, "frutto, verosimilmente, della illecita attività criminale", si legge in una nota. Ad effettuare l'operazione sono stati i carabinieri del reparto operativo - nucleo investigativo del comando provinciale di Perugia. Nei giorni scorsi avevano ricevuto precise indicazioni che segnalavano anomali movimenti di persone, concentrati in particolare nel quartiere di Fontivegge.

 

 

Sono stati così eseguiti numerosi servizi di osservazione per restringere l’area d’intervento. I carabinieri hanno individuato, dopo alcuni giorni, la palazzina segnalata e nella tarda serata di ieri è scattato il blitz: i militari, bloccato il soggetto individuato, hanno proceduto alla perquisizione dell’abitazione di cui il giovane aveva le chiavi. Una volta all’interno dell’appartamento è stata trovata nascosta in un armadio della camera da letto una piccola cassaforte metallica al cui interno erano custoditi oltre 86.000 euro in contanti. Il denaro, spiegano i militari, era suddiviso in mazzette di vario taglio, ciascuna delle quali del valore di mille euro. Non sapendo giustificare la provenienze dei soldi e delle attrezzature idonee al taglio e al confezionamento di droga, le ricerche sono state successivamente estese anche alle pertinenze dell’abitazione: all’interno di uno scantinato i carabinieri hanno trovato, nascosta tra mobili in disuso e rifiuti, una grossa valigia chiusa con un lucchetto. All’interno erano custoditi tre sacchi di plastica contenenti 50 grossi ovuli di eroina di diverse dimensioni e peso, cinque panetti da un chilo ciascuno e sottovuoto, così da celarne il forte odore, e una busta con oltre mezzo chilo di eroina ancora da tagliare.

 

 

Oltre allo stupefacente, è stato infine recuperato un contenitore con all’interno scaglie di sostanza da taglio per un peso complessivo di tre chili. Inoltre sono stati recuperati anche ulteriori ovuli da un etto ciascuno, per un totale di circa un chilo, nascosti all’interno di uno zaino occultato tra vecchi pneumatici. Lo stupefacente, una volta tagliato, avrebbe fruttato oltre mezzo milione di euro. L’uomo arrestato è stato portato nella casa circondariale di Perugia – Capanne, così come disposto dall’autorità giudiziaria di Perugia.