Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sabatini furioso: "Mourinho? Non avrò vinto un c...o, ma ho letto Hemingway e Pessoa. Questa vita di arroganza è invivibile"

  • a
  • a
  • a

"Con tutto il rispetto per la Roma e per il risultato io assisto a cose ignobili dal punto di vista calcistico e sportivo. Ovvio che adesso Mourinho dirà che non mi conosce e non ho vinto titoli, ma non me ne frega un c....o. Quello che succede quando si viene a giocare a Roma è veramente inaccettabile: tutta la panchina che si alza e va dentro il campo a ogni decisione arbitrale, anche il fallo laterale: e che volete che faccia l’arbitro? Fischia un anticipo pulito di Ederson come punizione a favore della Roma e arriva il gol della Roma". È un Walter Sabatini fuori di se quello che va a commentare la sconfitta della sua Salernitana in casa della Roma.

 

 

Ai microfoni di Dazn il direttore sportivo della Salernitana si sfoga così: "Il punto a noi sarebbe servito anche per il morale, ma se tutta la panchina protesta anche per un fallo laterale che fanno gli arbitri che hanno già una personalità blanda? Invertono le punizioni e il calcio di rigore su Djuric non lo vedono neanche. Io perdo, sono la Salernitana so che devo perdere a Roma, ma vorrei perdere in un’altra maniera" dice Sabatini.

 

 

Il dirigente dei granata, perugino doc ed ex Grifo, aggiunge: "A Mourinho chiedo scusa solo per averlo nominato: è un semidio, non arriverò mai al suo livello. Lui dirà 'chi è questo'. Io non sono nessuno ma ho letto Hemingway e Pessoa, la vita è fatta anche di altre cose. Questa vita fatta di arroganza è invivibile. La mia squadra vuole salvarsi, ha diritto a un trattamento decoroso. Sono veramente incazzato, se volete tagliarmi tagliatemi. Il rigore è netto ma a me non me lo danno e va bene, ma l’anticipo pulito di Ederson sull’avversario e poi prendiamo gol: non lo posso accettare. Oltretutto questo giocatore (Ederson) è nella vetrina della Salernitana e devo incrementare il suo valore, c’è anche questo" chiosa Sabatini.