Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, all'opera con l'uovo di Pasqua 67 artisti nel centro storico

  • a
  • a
  • a

Per ore attenti a dipingere paesaggi, fiori, sfumature dai mille colori in uova pasquali di ceramica alte non più di 30 centimetri. 67 artisti hanno preso parte all’estemporanea di pittura nel centro storico di Perugia sabato 9 aprile. L’evento, promosso dalla Confraternita del Sopramuro con il sostegno di Perusia Futura e dei commercianti della zona, era in programma lo scorso fine settimana ma è stato posticipato causa maltempo, così ieri dalle 10 alle 18 i partecipanti si sono posizionati di fronte ai negozi di corso Vannucci e dintorni per decorare, ciascuno secondo il proprio stile, le uova realizzate dall’azienda derutese Vitali.

 

 

Le stesse aziende acquisteranno poi le uova trasformate in opere d’arte. E il sindaco di Deruta, Michele Toniaccini, ha confermato la volontà di esporre le creazioni degli artisti nell’Antica Fornace Grazia, riqualificata come punto espositivo e ufficio di accoglienza e informazione turistica. Gli artisti, inoltre, hanno potuto vendere al pubblico quelle da loro portate per l’occasione.

 


Seguendo le uova si arriva anche alla pasticceria Sandri in corso Vannucci. Qui le uova di Pasqua artigianali hanno una sorpresa speciale: una visita per due persone al museo di Palazzo Baldeschi o un ingresso al museo del Capitolo o una visita guidata alla Perugia Sotterranea. Quale dei tre? Non resta che scartare l’uovo e trovare il voucher, la sorpresa con su scritto il nome del museo che sarà possibile visitare e che dovrà essere consegnata alla biglietteria per avere l’accesso.