Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Incidente in Giordania, muore Lucia Menghini, medico anestesista umbra di Foligno

  • a
  • a
  • a

Un terribile incidente stradale in Giordania, dove si trovava in vacanza con due amiche, è costato la vita a Lucia Menghini, 31 anni, medico anestesista tirocinante originaria di Foligno, in Umbria. Come riportato dal Messaggero, venerdì 8 aprile, poco dopo le 19, le tre giovani umbre sono rimaste coinvolte nel sinistro. I dettagli non sono ancora noti: quel che è certo è che le altre due colleghe, anche loro tirocinanti anestesiste, sono ricoverate in terapia intensiva nell'ospedale di Amman. Le tre si trovavano in Giordania per una vacanza e sarebbero dovute rientrare nel cuore verde domani, domenica 10 aprile, ad una settimana dalla partenza.

 

 

Lucia Menghini stava documentando la vacanza sui social, dove postava foto mentre si trovava nel deserto della Giordania. "Questo è il senso del deserto, che c'è abbastanza spazio e abbastanza tempo", aveva scritto su Facebook il 7 aprile, mentre due giorni prima, il 5, si era fatta fotografare a Petra, scrivendo: "Non saprai mai cos'è Petra, a meno che tu non ci venga di persona...ammirare meraviglie".

 

 

La Usl Umbria 2, l'azienda ospedaliera dove lavorava Lucia, ha espresso in una nota il proprio cordoglio. "Ho appreso con grande dolore la tragica notizia della scomparsa della nostra giovane professionista folignate Lucia Menghini. Una giovane vita spezzata che lascia sgomenti e senza parole. Vorrei unirmi al dolore dei colleghi della struttura complessa di Anestesia e Rianimazione dell'ospedale di Spoleto, dove la giovane dottoressa prestava servizio ed esprimere profondo cordoglio e vicinanza alla famiglia e a quanti l'hanno conosciuta e apprezzata per le sue doti umane e professionali". Questo il pensiero e le parole del direttore generale, dottor Massimo De Fino, e della direzione strategica aziendale al tragico incidente stradale avvenuto ieri in Giordania, dove il giovane medico si trovava per qualche giorno di vacanza con alcune sue colleghe. Cordoglio e profondo dolore viene espresso anche dalla responsabile della struttura complessa di Anestesia e Rianimazione del "San Matteo degli Infermi" di Spoleto, dottoressa Marina Vissani, sconvolta per l'accaduto. "Una ragazza solare, sempre disponibile, con una grande passione per il lavoro, senso di appartenenza, dedizione, professionalità". "La dott.ssa Menghini ha iniziato il tirocinio da noi a gennaio - afferma la dottoressa Vissani - era specializzanda del primo anno. Si è subito distinta per la sua preparazione, sobrietà e dedizione ai pazienti. Aveva grande desiderio di apprendere le tecniche anestesiogiche e si era subito integrata con il personale di Sala Operatoria. Ricordiamo con affetto il suo dolce sorriso, i suoi modi gentili e garbati ed i grandi occhi azzurri". Le più sentite condoglianze ai familiari vengono espresse anche dal direttore dell'ospedale di Spoleto dottoressa Orietta Rossi e dal direttore del dipartimento di Emergenza Urgenza della Usl Umbria 2 Giuseppe Calabrò.