Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, il Festival del Giornalismo torna in città. Il programma e le location degli eventi da mercoledì 6 aprile a domenica 10. Chi sono gli ospiti

Sabrina Busiri Vici
  • a
  • a
  • a

Arianna Ciccone e Chris Potter non fanno previsioni sulle presenze. Ma i primi segnali positivi arrivano dagli albergatori: “Le prenotazioni ci sono, buona la copertura sia in centro storico che nel Perugino”. Il Festival internazionale del giornalismo torna a Perugia dopo due anni di assenza (a causa della pandemia) con 600 ospiti, 250 incontri da domani a domenica dislocati in oltre dieci spazi storici della città. Dall'organizzazione arriva subito una buona notizia: “Questa mattina (ieri ndr) le autorità indiane hanno revocato il divieto di viaggiare per la giornalista Rana Ayyub, bloccata il 29 marzo scorso all'aeroporto di Mumbai mentre s'imbarcava sul volo che l'avrebbe portata in Europa. Rana Ayyub sarà dunque presente al Festival e potrà tenere i suoi due annunciati incontri sulla libertà di informazione e contro le intimidazioni ai giornalisti di cui lei stessa è vittima”.

 

 

Da seguire c'è tanto nelle sessioni sia in italiano che in inglese. Gli appuntamenti si divideranno tra tavole rotonde, interviste, presentazioni, serate teatrali su temi che vanno dalle grandi inchieste internazionali, come Pegasus Project e Pandora Papers, alla guerra, con confronti fra giornalisti russi e ucraini, fino al dialogo aperto su questioni che vanno dal clima alla battaglia per l'eutanasia per poi toccare emigrazione, sostenibilità, economia circolare e altro ancora. Non mancano grandi nomi e grandi storie, tra gli ospiti: premi Pulitzer Frederik Obermaier e Bastian Obermayer; Stella Moris avvocata, attivista e fresca sposa di Julian Assange che interviene sul caso WIkileaks; Tikhon Dzyadko direttore di Dozhd TV; il climatologo americano Michael Mann, la climatologa Claudia Tebaldi, i ministri Roberto Cingolani ed Enrico Giovannini, gli scrittori Edoardo Albinati, Paolo Giordano, Nicola Lagioia, Michela Marzano. E ancora Lirio Abbate, Marianna Aprile, Pietro Bartolo, Paolo Berizzi, Mario Calabresi, Marco Cappato, Nino Cartabellotta, Marco Damilano, Barbara Gallavotti, Eva Giovannini, il collettivo GKN, Nicola Gratteri, Francesca Mannocchi, Valerio Mastandrea, Morgan, Valentina Petrini, Laura Santi, Alessandra Sardoni, Roberto Saviano, Nello Scavo, Barbara Serra, Kasia Smutniak, Cecilia Strada, Benedetta Tobagi, Marco Travaglio, Zerocalcare. 

 

 

Quartier generale resta l'hotel Brufani in piazza Italia. Il festival si articolerà poi a palazzo dei Priori (sala dei Notari e sala della Vaccara); Palazzo Graziani, Palazzo Sorbello, Palazzo Cesaroni, hotel La Rosetta e ancora l'Arcivescovado, il teatro Morlacchi e l'auditorium di San Francesco al prato, new entry al festival. Gli eventi saranno a ingresso libero. Tutti gli incontri saranno in diretta streaming e on demand sulla piattaforme media.journalismfestival.com e sul canale YouTube del Festival. 

 

LEGGI IL PROGRAMMA