Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Dall'Umbria una cucina mobile in Polonia per aiutare i profughi dell'Ucrainia. Melasecche: "Convoglio per portare gli aiuti umanitari"

  • a
  • a
  • a

La Regione Umbria, insieme con l’Emilia Romagna e il Veneto, provvederà a donare una cucina campale e attiverà una Colonna Mobile per l’invio a Cracovia in Polonia e contribuire a far fronte all’emergenza profughi determinata dalla guerra in Ucraina. Lo ha deliberato oggi la Giunta regionale, approvando la proposta dell’assessore alla protezione civile, Enrico Melasecche. “Nei giorni scorsi - ha spiegato l’assessore - la segreteria della Commissione Speciale di Protezione Civile nazionale, a seguito della necessità manifestata dal Volontariato Internazionale per lo Sviluppo ha richiesto alle Regioni la disponibilità di almeno tre cucine campali per la preparazione di pasti per la popolazione colpita dalla crisi in atto nel territorio dell’Ucraina provvedendo altresì al relativo trasporto fino a Cracovia".

"In Umbria, il nostro sistema di Protezione civile ha a disposizione una cucina da campo composta, oltre dal modulo cucina, anche da un modulo preparazione, completo di lavelli frigo e piccola dispensa, da un container deposito attrezzature cucina che si sviluppa all'interno di tre container, il primo destinato a preparazione pasti, il secondo destinato a cucina e infine un container Mini Box destinato a deposito attrezzature-dispensa, oltre a un generatore di corrente da 1,6 kw". "E questa nostra cucina - sottolinea Melasecche - corrisponde perfettamente a quanto richiesto visto che non è abbinata a un modulo di assistenza, non è elettrica, è di facile utilizzo e di agevole trasporto e il modulo preparazione pasti è completo di attrezzature (macchinari, stoviglie) e dispensa/frigo".

"Pertanto - ha proseguito Melasecche - attiveremo una Colonna Mobile Regionale Umbra per l’invio della cucina campale a Cracovia in Polonia congiuntamente a quelle delle regioni Emilia Romagna e Veneto, che saranno donate al Volontariato Internazionale per lo Sviluppo (Vis). La Colonna Mobile Regionale Umbra verrà guidata da due funzionari regionali e composta da due autocarri, oltre a un furgone necessario per l’assistenza tecnica, attualmente in dotazione all’organizzazione di volontariato La Rosa dell’Umbria che metterà a disposizione per la guida anche sei volontari, iscritti alla medesima organizzazione di volontariato di Protezione Civile. Colgo l’occasione - ha concluso l’assessore - per ringraziare tutte le associazioni, i volontari e gli operatori del nostro Sistema di Protezione Civile regionale per il grande impegno che stanno mettendo per cercare di aiutare seriamente e concretamente le migliaia di profughi che sono dovuti scappare dall’Ucraina, nonchè tutti coloro che si sono messi a disposizione per fornire ospitalità, anche nella nostra Regione”.