Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, donna in fuga da casa: ore di paura. Ritrovata dai carabinieri

Davide Gambacci
  • a
  • a
  • a

Forti dissidi con la famiglia spingono una 30enne di Umbertide ad allontanarsi da casa: individuata, dopo ore di ricerche, nel parcheggio di un supermercato a Sansepolcro dai carabinieri della compagnia. La giovane avrebbe preferito non parlare dei problemi con i genitori. E si sarebbe allontanata all’improvviso forse con l’intenzione di incontrare una persona conosciuta on line. Non vedendola rincasare come al solito e notata l’assenza della sua auto, padre e madre l’hanno ripetutamente chiamata al telefono cellulare ma senza ottenere risposta.

A quel punto hanno raggiunto tutti quei luoghi che solitamente la figlia frequentava nella zona di Umbertide e non solo, seppure ogni tentativo è poi risultato vano. Giunta tarda notte, quindi tardissimo per poter pensare a un semplice ritardo o a un inconveniente, i genitori della ragazza si sono decisi a chiedere aiuto ai carabinieri denunciandone la scomparsa. A quel punto anche la centrale operativa di Arezzo ha immediatamente diffuso la descrizione della donna a tutte le pattuglie in azione nel circondario e sono stati i carabinieri della Compagnia di Sansepolcro a ritrovarla.

Era sola, impaurita e infreddolita all’interno dell’abitacolo della propria vettura nel parcheggio di un supermercato biturgense. Preoccupati per cosa le fosse potuto succedere in quelle ore di buio, i militari dell’Arma, nell’attesa che i genitori della donna li raggiungessero sul posto, hanno provato a farla parlare rassicurandola e chiedendole di farsi visitare per sicurezza dai medici del 118. Ogni tentativo è stato vano, rifiutando sempre ogni proposta seppure fosse abbastanza evidente che portasse un peso. Molto provata, stanca e soprattutto confusa, è stata riaffidata all’abbraccio dei genitori.