Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Assisi, minaccia di uccidersi. La Polizia si mobilita per salvarla e trova una serra di marijuana

Flavia Pagliochini
  • a
  • a
  • a

Cercavano una giovane che aveva manifestato intenti suicidi avendo ricevuto la richiesta di una donna dalla Germania preoccupata che una sua amica, residente ad Assisi, potesse avere delle brutte intenzioni. Ma oltre alla donna, incolume, hanno trovato una piccola serra di marijuana. E’ la vicenda che ha visto protagonisti gli agenti della polizia di Stato del commissariato di Assisi agli ordini del vicequestore aggiunto Francesca Domenica Di Luca. Come scritto gli agenti hanno ricevuto una telefonata dalla Germania da parte di una cittadina straniera allarmata per una sua amica residente ad Assisi che aveva manifestato intenti suicidi via sms.

La signora tedesca non sapeva bene dove abitasse l’amica, ma i poliziotti si sono messi subito alla ricerca della donna, porta a porta, tra le vie e vicoli, riuscendo alla fine a risalire all’abitazione e individuando il nome della donna dalla corrispondenza che usciva fuori da una cassetta della posta. Dopo aver suonato insistentemente al citofono, senza risposta, i poliziotti hanno richiesto l’ausilio dei vigili del fuoco che, intervenuti sul posto, sono riusciti ad aprire la porta di casa. Una volta dentro gli agenti sono stati sopraffatti da un forte odore di marijuana e, in camera da letto, hanno trovato su una cassettiera, alcuni barattoli in vetro con all’interno delle infiorescenze essiccate.

In un piccolo armadio in tessuto hanno poi scoperto una vera e propria serra: illuminate da una lampada al neon due piante ancora verdi, di circa 50 cm, di marijuana. Quando la proprietaria è tornata a casa, in stato confusionale e con una forte agitazione, agli agenti ha confessato di aver mandato quel messaggio a una serie di suoi contatti. Oltre a denunciare la donna, i poliziotti hanno richiesto l’intervento del 118 e la 31enne è stata accompagnata all’ospedale di Perugia.