Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, piazzali, garage, orti allagati: a Pianello 22 famiglie chiedono interventi

Sabrina Busiri Vici
  • a
  • a
  • a

Due condomini, ventidue famiglie si trovano alle prese ormai da oltre cinque anni con problemi di frequenti allagamenti di piazzali, garage e strade. A ogni pioggia, anche minima, il problema si ripropone e va interessare le abitazioni. Siamo vicino a Perugia, a Pianello, i condomini sono La cupa 2 e La cupa 1 rispettivamente ai civici 79/A e 79/B della strada Fabrianese, nelle vicinanze del viadotto Chiascio. Quanto sta succedendo lo racconta l’amministratore di codominio Diego Vagnetti: “Con la realizzazione della quattro corsie tutte le acque che scendevano dalla collina verso i campi e il Chiascio non hanno più trovato il modo giusto di defluire, forse per un problema di sbarramento e/o di canalizzazione non sufficiente o assente, comunque sia tutta la zona intorno si allaga”.

 

 

Vagnetti nel novembre scorso con una lettera ha comunicato la situazione ad Anas, l’ente competente e responsabile dell’infrastruttura, per chiedere un intervento ma non ha ricevuto risposta. “I danni che la situazione crea sono ingenti sia alle aree private che comuni del condominio - prosegue - tanto da risultare anche un pericolo per l’incolumità delle persone. Il problema, inoltre, è esteso pure agli orti e ai campi di tutta l’area che costeggia la quattro corsie”. Vagnetti riporta anche un episodio avvenuto nel 2016. “Allora ci fu una bomba d’acqua e si allagò tutta l’area dalla Fabrianese alla quattro corsie con danni importanti anche all’interno degli edifici dai garage agli ascensori”. E da allora al 2021 si contano ben quattro allagamento. “Mai accaduto prima della realizzazione della superstrada”, assicurano i condomini.

 

 

A Perugia è sceso in campo anche il consigliere comunale (Lega) David Bonifazi: “I residenti del posto mi hanno chiesto di poter essere di aiuto per risolvere il problema degli allagamenti - riporta-, così mi sono attivato con l’ente di competenza e responsabile dell’infrastruttura. Le mie segnalazioni sono state recepite e sono stati fatti sopralluoghi quindi interventi. Purtroppo non sono risultati ancora risolutivi. Ci sono forti criticità. E’ necessario arrivare presto a una soluzione”.