Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Spoleto, nuovi orari per la Ztl: il Comune apre ai ristoratori

Chiara Fabrizi
  • a
  • a
  • a

La giunta di Spoleto apre alla possibilità di rivedere gli orari della Ztl A come chiedono i ristoratori e in genere i titolari dei locali del centro storico. La richiesta è posticipare dalle 19.30 alle 21.30 l’accensione delle telecamere dei varchi nei giorni feriali almeno fino a quando i turisti non inizieranno a popolare le vie del centro storico anche dal lunedì al giovedì. L’opzione di accogliere l’istanza degli operatori economici, però, è stata fortemente vincolata dall’amministrazione comunale all’esigenza di scongiurare la sosta selvaggia tra piazza della Libertà, piazza San Filippo, piazza Pianciani, piazza Fontana e vie limitrofe, fermo restando che in piazza del Mercato e piazza Campello la Ztl A1 resta attiva h24 e sette giorni su sette. L’avvertimento della giunta sulla sosta selvaggia, comunque, è sia mirato a tutelare i residenti del centro storico che a rendere utile l’estensione appena varata sulla gratuità serale dei parcheggi di struttura (Posterna e Spoletosfera), dove si può lasciare l’auto senza pagare il ticket proprio dalle 19.30 alle 3 del mattino tutti i giorni (prima era dalle 21).

 

 

Le posizioni della categoria e dell’amministrazione sulla Ztl sono emerse nell’ambito dell’incontro di martedì pomeriggio tra il presidente della Confcommercio, Tommaso Barbanera, il sindaco Andrea Sisti e l’assessore Giovanni Angelini Paroli, servito anche a fare il punto sull’occupazione del suolo pubblico in vista del montaggio dei dehors dei locali. Come noto anche per quest’anno gli esercenti non pagheranno la Tosap (tassa di occupazione del suolo pubblico), misura concessa dal Governo a tutti i Comuni del cratere del sisma del 2016, mentre per quanto riguarda le dimensioni degli spazi su cui collocare tavoli e sedie resta in vigore fino al 30 giugno l’ampliamento delle metrature occupate prevista già da due anni per tentare di garantire il distanziamento anti Covid-19. In questo senso, Sisti ha indicato che la norma è nazionale e che dal Governo ci si attende una proroga, anche considerato che la scadenza è fissata nel bel mezzo della stagione estiva: “Diversamente – ha detto il sindaco – cercheremo di trovare una soluzione per agevolare la categoria”, con l’ipotesi prevalente che potrebbe essere quella di un’ordinanza ad hoc.

 

 

Tornando alla Ztl, invece, Sisti e Angelini Paroli si sono riservati una verifica coi vigili urbani che, nel caso in cui l’accensione del varco venisse posticipata di 90 minuti o di due ore, sarebbero chiamati a controllare la regolarità della sosta. La modifica dell’ordinanza firmata la scorsa settimana dal sindaco ed entrata in vigore lunedì scorso passa anche per una proroga limitata ai soli mesi di aprile e maggio, con la volontà di chiudere alle 19.30 tutti i giorni feriali dell’estate. Al vaglio, peraltro, anche la possibilità di far rispettare la Ztl anche ai ciclomotori e alle motociclette.