Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, la vecchia bottega di Pucci lascia il posto al maxi polo del buon gusto

Maria Luce Schillaci
  • a
  • a
  • a

Da tradizionale norcineria a un vero e proprio polo del buon gusto. A Terni lo storico punto vendita Pucci cambia volto a Città Giardino coinvolgendo l’intero quartiere. Si tratta di una delle macellerie e norcinerie più note e antiche della città. Andrea Pucci, figlio di Ugo, proprietario morto anni fa per una malattia, ha lasciato il suo precedente lavoro e si è messo alla guida dell’impresa di famiglia con un approccio completamente diverso. Usa molto i social tanto che si è fatto conoscere in tutta Italia. Ogni domenica davanti alla sua attività ci sono file di turisti per conoscere la lavorazione di carni e salumi.

Ora al posto della vecchia bottega sta per aprire una nuova maxi struttura con punto vendita, ristorante, bar e laboratori aperti al pubblico per tour organizzati anche per le scuole. Una novità assoluta per Terni. “Dopo la scomparsa di mio padre - spiega Andrea - mi sono fatto molte domande sulla nostra attività, ma alla fine ha prevalso il cuore. Facevo un altro mestiere, però i sacrifici di mio padre e la fama di questo negozio non potevano finire nel dimenticatoio o in mano a qualcun altro”. Nel 2017 inizia l’iter per cambiare il volto di un angolo storico del quartiere: si progetta la futura sede. Nel 2019 iniziano i lavori con la nascita del sito di commercio on line.

“Oggi - afferma Andrea - il 40 per cento del fatturato viene sviluppato on line e questo ha fatto sì che ogni fine settimana ci sia un vero e proprio pellegrinaggio di visitatori da tutta Italia per venirci a conoscere”. Andrea ha comprato un terreno dietro al negozio per creare un laboratorio di lavorazione della carne. “Avrei dovuto spostare tutto nella zona industriale - dice - ma non volevo lasciare la nostra sede storica, così ho fatto questo acquisto. Questo laboratorio sarà aperto alle visite per toccare con mano quello che avviene nella lavorazione dei prodotti. La ristrutturazione della palazzina rispetterà lo stile liberty del quartiere e - precisa - ci sarà molto verde, giardini pensili e un murale per omaggiare il quartiere la cui ideazione è stata oggetto di un concorso: c’erano due varianti che i residenti potevano votare. E così è stato, è stato scelto proprio dai cittadini”. Per realizzarlo Andrea ha assoldato l’artista Marco “Goran” Romano, copertinista di Variety e Wired. “Grazie ai social - sottolinea - abbiamo raggiunto quasi 300 mila follower".