Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, dopo i furti in casa a Pila i residenti organizzano ronde contro i ladri

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

Sono iniziate ieri sera a Pila le ronde contro i ladri di appartamento. Alcuni residenti della frazione perugina si sono organizzati per uscire dandosi il cambio per le strade durante la notte. “Ci siamo messi d’accordo - spiega uno degli ideatori, Simone Segazzi - con alcuni vicini per girare in strada e farci vedere, come deterrente nei confronti dei malintenzionati, visti i continui furti nelle case”.

Segazzi ha postato sul Fb la notizia dell’inizio delle ronde anche per fare proseliti. L’intenzione non è quella di sostituirsi alle forze dell’ordine ma cercare di scongiurare colpi che in qualche caso hanno messo a rischio l’incolumità degli abitanti. I residenti raccontano che da ormai 5-6 mesi i malviventi arrivano ed agiscono in modo sistematico, spesso di nel week end tra le 18 e le 20 o la sera dopo cena. Alcune abitazioni sono state razziate anche per tre volte nel giro di due mesi. La tecnica è sempre quella: i ladri si appostano negli orti o i giardini, tagliano reti di recinzione, forzano porte, si spostano da una casa all'altra finché non trovano il bersaglio più agevole da colpire.

In un’occasione i malviventi sono entrati in una casa e hanno chiuso a chiave le persone che erano al primo piano per andare a rovistare al secondo per poi dileguarsi rapidamente all'arrivo delle forze dell'ordine. In un’altra abitazione hanno scalato una conduttura fino al secondo piano. “Dobbiamo fare qualcosa, qui non si vive più - continua Segazzi - per questo abbiamo deciso di scendere in strada negli orari più a rischio per controllare il territorio. Non sappiamo se servirà ma intanto ci proviamo”. Ronde simili sono state organizzate anche nelle frazioni a nord.