Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Nodo di Perugia, disco verde dai Comuni al primo tratto. I comitati del no chiedono la Valutazione d'incidenza

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

Mentre proseguono i carotaggi sul tracciato del primo stralcio del Nodo di Perugia (cosiddetto Nodino), dai Comuni arrivano i primi segnali positivi sul progetto. A Palazzo dei Priori dopo che a livello consiliare era arrivato il niet, nel marzo 2021, alcuni consiglieri di maggioranza stanno lavorando ad un ordine del giorno in cui verrà espresso parere positivo. Tra questi c’è il capogruppo della Lega, Lorenzo Mattioni, che spinge affinché i lavori “partano il prima possibile”. Altri consiglieri avevano espresso parere positivo in una serie di incontri con il comitato pro Nodino “Chi salverà Ponte San Giovanni”. Anche i rappresentanti di FI Giacomo Cagnoli e Michele Cesaro hanno chiesto di “riunione in un’unica voce le posizioni a favore di tutta la maggioranza. Noi siamo pienamente favorevoli al progetto Nodino come primo stralcio del Nodo”.

Ancora: i civici Francesca Renda, il presidente Nilo Arcudi e il capogruppo FdI Michele Nannarone che al comitato hanno dato la disponibilità ad approvare il progetto alla luce degli interventi migliorativi annunciati. Ma anche all’opposizione, vedi Morbello (M5S), c’è chi appoggia. Il Pd, come noto, dice sì solo a patto che il primo stralcio arrivi sino all’ex Silvestrini. E se Bastia Umbra si è detta già a favore, Torgiano nelle scorse settimane ha riapprovato il Prg con dentro il tracciato: atto dovuto, per norma superiore, sin dalla delibera Cipe del 2006. L’opposizione è pronta a chiederne lo stralcio. Intanto stanno per partire le trattative per gli espropri dei terreni.

Senonché il comitato Sciogliamo il Nodo rilancia la necessità di fare prima la Vinca (Valutazione di incidenza ambientale) rispetto al progetto per evitare “l’ennesimo spreco di denaro stimato in 10 milioni”. Intanto ieri al mattino altre code di chilometri per un tamponamento di tre auto sulle gallerie del raccordo.