Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, no alla guerra: il 24 aprile edizione straordinaria della marcia Perugia-Assisi

Esplora:

Sabrina Busiri Vici
  • a
  • a
  • a

Nel raccogliere il grido di Papa Francesco... Fermatevi! La guerra è una follia, è stato deciso di convocare una edizione straordinaria della Marcia PerugiAssisi della pace e della fraternità che si terrà il 24 aprile, vigilia della Festa della Liberazione”. L’annuncio è arrivato dal comitato promotore della Tavola della pace dopo l’incontro aperto che si è tenuto sabato, via zoom, proprio per decidere data e contenuti della manifestazione che vede l’Umbria in prima linea per dire no alla guerra. 

 


“Dal 24 febbraio, la guerra in Ucraina avanza facendo strage di vite innocenti, riducendo le città in cimiteri minacciando la catastrofe atomica”. “La Marcia PerugiAssisi della pace e della fraternità dovrà essere il punto di ri-unione delle tante iniziative di pace, di solidarietà e di cura delle vittime che si stanno organizzando nelle nostre città e in tante scuole - riporta il comitato -. Dobbiamo fare in modo che protagonisti possano essere i nostri giovani, studenti e studentesse, partendo dai più piccoli. La PerugiAssisi sarà la marcia di quelli che si prendono cura delle vite degli altri, sempre, comunque e dovunque senza distinzioni di alcun genere. La via della pace, del disarmo e della nonviolenza”.
Da qui l’appello fatto direttamente alle scuole di prepararsi a partecipare “oggi, ancora più di ieri - riporta ancora il comitato -, la scuola deve aiutare i giovani a capire cosa sta succedendo, a prendere coscienza della realtà, a sviluppare un pensiero critico e soprattutto ad assumere la responsabilità di agire e cercare le vie della pace nel rispetto dei diritti umani”.

 


La Marcia, nei suoi contenuti e nei suoi dettagli organizzativi, sarà presentata domani a mezzogiorno nella sede della provincia, in piazza Italia a Perugia. Intanto oltre 655 mila firme provenienti da Italia, Germania, Francia, Turchia e Spagna e Indonesia ha già raccolto la petizione online lanciata dalla Tavola della pace. Nella Giornata di preghiera indetta il 26 febbraio da Papa Francesco, Flavio Lotti (Tavola della pace) e Marco Mascia (Università di Padova) hanno lanciato un appello contro la guerra in Europa e invitando tutti e tutte a sottoscriverlo e ad appendere la bandiera della pace alla finestra. “Ucraina. La guerra è una follia!” L’appello esordisce con queste parole: la guerra in Ucraina è “una inaccettabile follia. La sola idea che si debba tornare ad affrontare una guerra in Europa è una autentica follia”. I promotori contano di arrivare, attraverso il web, a 1 milione di firme.