Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, un'intera frazione assediata dai ladri. Raid nel giorno della festa del papà

Esplora:

  • a
  • a
  • a

 Raid dei ladri nel giorno della festa del papà. E’ successo a Pila. Una giovane coppia con due bambini era a trovare i genitori che abitano poco distante quando al rientro, intorno alle 20, hanno trovato la porta dell’appartamento bloccata dall’interno. Hanno quindi fatto un giro nel piazzale notando una delle finestre sul retro forzata. Non solo, dal parcheggio mancava una delle due auto, una station wagon. Quando sono riusciti a entrare in casa (passando dalla finestra forzata) hanno trovato tutto a soqquadro, oro e soldi spariti. 

 

 

 

 

 

E’ l’ultimo raid di un banda di ladri che ormai da mesi sta creando allarme nella frazione di Pila. I residenti raccontano che da ormai 5-6 mesi i malviventi arrivano e agiscono in modo sistematico, spesso di sabato pomeriggio tra le 18 e le 20. Alcune abitazioni sono state visitate anche per tre volte nel giro di due mesi. I ladri si appostano in orti e giardini per controllare i movimenti delle persone e cogliere il momento più adatto per agire, tagliano reti di recinzione, scassinano porte, si spostano da una casa all’altra finché non trovano il “bersaglio più agevole” da colpire. I residenti raccontano che in un’occasione, i malviventi sono entrati in una casa e hanno chiuso a chiave le persone che erano al primo piano per andare a rovistare al secondo per poi dileguarsi rapidamente all’arrivo delle forze dell’ordine. In un’altra abitazione hanno persino scalato una conduttura fino al secondo piano. “Il controllo fai da te in questi casi non basta, né vogliamo essere costretti a fare ronde - spiegano alcuni residenti di Pila - a fronte di delinquenti che agiscono in modo sistematico, e dunque per certi versi prevedibili, anche le tecniche di indagine devono fare un salto di qualità, altrimenti saremo davvero in balìa dei ladri. Ogni volta che si esce di casa lo facciamo con l’angoscia di non sapere quello che troveremo al ritorno. Senza contare che i malviventi agiscono anche in presenza della persone, con il rischio che la situazioni degeneri, e comunque generando uno shock difficilmente superabile”. 

 

 

 

 

Anche a Elce cresce la paura dei ladri. Tanto che il presidente dell’associazione Elce Viva, Michele Chiuini, ha inviato una mail a tutti i soci per chiedere la massima collaborazione per monitorare un fenomeno, quello dei furti, che sembra essere presente anche nel quartiere. “Abbiamo avuto notizia di alcuni episodi nelle zone di via Monti e via Vecchi - spiega - e per avere idea dell’entità del problema abbiamo chiesto la collaborazione di tutti. Poi, se ce ne sarà bisogno, chiederemo il supporto del sindaco e del questore”. Pare, comunque, che già nelle ultime settimane la presenza delle forze dell’ordine sia stata intensificata ma per l’associazione, che segue sempre molto da vicino tutte le problematiche del suo territorio, la preoccupazione resta anche perché, come spiega il presidente Chiuini, ci sono tante persone anziane che in questo modo rischiano di non sentirsi tranquille neppure a casa loro. Il monitoraggio, quindi, va avanti. Chi avesse segnalazioni può mandare una mail a [email protected]