Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, piu' di cento persone alla preghiera per la pace in Ucraina

Maria Luce Schillaci
  • a
  • a
  • a

Più di cento persone (nella foto di Stefano Principi) si sono radunate domenica 20 marzo in piazza Cuoco, a Terni, per un incontro di preghiera per la pace in Ucraina. L’iniziativa è stata organizzata dal comitato Quartiere Cardeto presieduto da Raffaele Mastrogiovanni. “Abbiamo voluto esprimere tutta la nostra solidarietà al popolo ucraino - ha detto - con un gesto che vuole essere un abbraccio simbolico da parte di tutta la città”. Una cerimonia semplice, ma molto sentita, alla presenza di alcuni rappresentanti della comunità ucraina a Terni.

Significativi gli interventi del parroco della chiesa di Santa Maria Regina don Luciano Afloarei e del sacerdote ucraino di rito bizantino don Andriy Maksymovych. E’ poi intervenuto anche il sindaco Leonardo Latini che ha espresso la vicinanza della città a tutta l’Ucraina anche con spirito di accoglienza nei confronti dei profughi. I residenti hanno lavorato a lungo per organizzare l’evento, addobbando la piazza con bandiere dell’Ucraina, hanno anche sistemato ulivi in segno di pace. Sono stati inoltre piantati dei fiori gialli e blu. La cerimonia si è conclusa con i canti del coro ucraino. Soddisfazione è stata espressa da parte del comitato di Cardeto che proprio lunedì 21 marzo conta nove lunghi anni di chiusura del parco. “Abbiamo però deciso di non fare più la manifestazione di protesta davanti al cancello con il lucchetto - ha spiegato Mastrogiovanni - dopo la recente audizione a palazzo Spada con la prima e la seconda commissione alla presenza dell’assessore e vicesindaco Benedetta Salvati. Ci sono state fornite rassicurazioni, le sei ditte incaricate a completare i lavori del parco dovrebbero terminare il cantiere entro agosto. Aspettiamo con ansia”.

Le due commissioni hanno assicurato i residenti che entro breve sarà effettuato un sopralluogo per verificare problemi e possibili soluzioni. Il parco dovrebbe rinascere dunque prima che arrivi di nuovo l’inverno. Sono previsti due campi da tennis coperti in sintetico, altrettanti scoperti in terra artificiale ed un altro in sintetico, spazio per il padel, una pista bmx, spogliatoi, servizi igienici, campo di calcio a 5, tribune per 313 spettatori e locali per il primo soccorso.