Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Foligno, targa contraffatta per ingannare l'autovelox: aveva modificato la prima lettera con il nastro isolante

  • a
  • a
  • a

Aveva escogitato un metodo efficace ma fuorilegge per aggirare gli autovelox: modificare con il nastro isolante la lettera iniziale della targa, rendendola simile a quella di un altro ignaro residente nelle Marche, che probabilmente si è visto recapitare multe per infrazioni mai commesse. Ma stavolta alla donna straniera è andata male, infatti è incappata in uno dei controlli predisposti dalla compagnia carabinieri di Foligno ed è stata denunciata.

 


Negli ultimi giorni i militari hanno presidiato il territorio con 86 servizi esterni, al fine di reprimere reati in genere, con particolare attenzione a quelli contro il patrimonio, oltre a far rispettare la normativa volta a impedire la diffusione del Covid. 
I militari impiegati hanno proceduto al controllo di 361 veicoli, 48 esercizi commerciali e all’identificazione di 575 persone. Questa attività ha portato a elevare 26 contravvenzioni al codice della strada, di cui tre sanzioni per guida senza copertura assicurativa, con conseguente sequestro amministrativo del veicolo.

 


Sono stati rilevati dai carabinieri quattro incidenti stradali, di cui due con feriti, fortunatamente senza gravi conseguenze.
I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile, nel corso dei controlli hanno denunciato due italiani, che sono stati sorpresi alla guida delle proprie auto con tasso alcolemico superiore al limite consentito; per entrambi i trasgressori è scattato il ritiro della patente di guida e il sequestro amministrativo dei rispettivi veicoli. I carabinieri della stazione di Colfiorito, infine, hanno denunciato un 29enne italiano, già noto alle forze dell’ordine. Sottoposto alla misura della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, al controllo effettuato nella sua abitazione non era presente, di fatto violando la prescrizione imposta di non allontanarsi da casa dalle 20 alle 7. In ultimo, in attuazione alle disposizioni relative alla particolare verifica del rispetto delle misure volte ad impedire la diffusione del Covid, sono stati controllati 41 green pass.