Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Marsciano, allarme truffe: due denunce

Massimo Fraolo
  • a
  • a
  • a

Doppio raggiro nel giro di pochi giorni. Allarme truffe a Marsciano
Crede di aver acquistato un triciclo su un sito internet, versa 500 euro di caparra al presunto venditore, ma l’oggetto non gli viene mai recapitato. In realtà era una truffa ed è stata scoperta dai carabinieri di Marsciano.

 

 

I militari, nell’ambito della stessa operazione, condotta insieme al comando di Todi, sono riusciti a sventarne anche un’altra. A rimanere vittima dell’altro raggiro, un uomo, anche in questo caso di Marsciano, che aveva messo in vendita una macchina fotografica, sempre online e che invece di ricevere in cambio i soldi indicati sul sito come prezzo del prodotto, si è trovato addirittura a sottrarre dal proprio conto corrente, praticamente a sua insaputa, la cifra di 1.250 euro. In pratica la vittima è stata convinta dal truffatore a recarsi in un ufficio postale ed effettuare operazioni sul proprio conto corrente attraverso lo sportello bancomat. E che questo sarebbe stato il modo per farsi accreditare la somma di 1.250 euro, a titolo di pagamento in cambio della macchina fotografica.

 

 

 Un’opera di convincimento perpetrata attraverso “artifizi e raggiri”, come spiega la stessa nota dei carabinieri, con i quali il finto acquirente si è guadagnato la fiducia del malcapitato, convincendolo ad effettuare, presso lo sportello automatico del locale ufficio postale, le cinque operazioni da 250 euro, che in realtà altro non sono state che dei pagamenti verso un altro conto corrente. I due truffatori sono stati denunciati alla magistratura e dovranno rispondere del delitto di truffa aggravata. “Si è trattato di una rapida ma articolata attività di indagine – si legge in una nota – che ha portato al deferimento in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Spoleto, un 55enne e un 28enne, presunti responsabili di truffa aggravata”.