Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, stalking all'ex convivente vigile del fuoco: donna finisce sotto processo

Esplora:
La vicenda è finita in tribunale a Perugia

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

Stalking all’ex con molestie e minacce anche davanti al figlio dell’uomo . Imputata è una donna, che secondo la Procura “con condotte reiterate molestava e minacciava l’ex convivente, vigile del fuoco, anche alla presenza del figlio minore, tale da provocare un perdurante e grave stato di ansia, impedendo all’uomo di svolgere il proprio lavoro e un fondato timore per l’incolumità sua, del figlio minore e dei suoi genitori”, è scritto nel capo di imputazione. Ieri si è tenuta l’udienza filtro al tribunale di Perugia, dopo il rinvio a giudizio.

Lei 52 anni, lui 54, i fatti contestati si sarebbero svolti dal settembre 2018 al marzo 2019, nel capoluogo e in alcuni comuni della provincia. La donna ha offeso l’ex ripetutamente con insulti di vario tipo, lo chiamava al telefono senza sosta mentre lui era in servizio, gli impediva di uscire da casa ostruendo il passaggio con la propria auto.

Lo inseguiva al lavoro. In un’occasione ha posizionato la macchina - secondo la ricostruzione della Procura - “davanti al mezzo di servizio dei vigili del fuoco, dove a bordo c’era l’ex compagno impedendo a lui e agli altri appartenenti al corpo, che insultava ripetutamente, il prosieguo dell’attività di servizio”. E ancora: sgommate con l’auto davanti casa dove c’erano anche i genitori di lui. Un’altra volta gli ha sputato in faccia più volte alla presenza del figlio e dei carabinieri: li aveva chiamati dopo averlo falsamente accusato di aver posizionato un pacco bomba in casa. La donna è difesa dall’avvocato Aldo Poggioni.