Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Nocera Umbra, smascherato furbetto del reddito di cittadinanza

  • a
  • a
  • a

Percepiva indebitamente il reddito di cittadinanza ma è stato scoperto e denunciato dai carabinieri. Continua l’attività di monitoraggio dei percettori del reddito di cittadinanza da parte dei militari dell’Arma che stanno controllando le singole domande presentate nel corso del tempo in modo da verificare la sussistenza dei requisiti per la richiesta del beneficio. L’ultimo furbetto è stato scoperto a Nocera Umbra grazie a una serie di verifiche incrociate.

 

 

Secondo quanto riferito dal comando provinciale dell’Arma, i carabinieri della stazione della città delle acque nel corso del 2021 hanno individuato dieci persone che non avevano diritto al reddito di cittadinanza, facendo scattare nei loro confronti la richiesta di sospensione del beneficio percepito indebitamente. Durante l’ultimo controllo hanno scoperto un uomo che percepiva il reddito di cittadinanza dal maggio 2021, ma che, secondo quanto sostenuto dall’Arma, aveva comunicato un reddito complessivo del nucleo familiare inferiore a quello realmente percepito. In particolare, i militari hanno compiuto accertamenti sul suo stato di famiglia e hanno verificato che conviveva con una donna titolare di una attività nel quale lui stesso risultava come dipendente.

 

 

I carabinieri hanno poi svolto approfondimenti sui redditi fiscalmente dichiarati dalle due persone coinvolte, accertando che l’uomo, nel presentare la domanda, avrebbe dichiarato correttamente il proprio reddito dell’anno precedente, ma avrebbe certificato un reddito inferiore a quello risultante all’Inps per quanto riguardava la compagna convivente. Fatto che gli ha permesso di percepire il reddito di cittadinanza. A conclusione degli accertamenti, per lui è scattata la denuncia all’autorità giudiziaria e la segnalazione all’amministrazione competente per la sospensione del beneficio. Avviate inoltre le procedure per il recupero degli oltre 4 mila euro già erogati. Un anno fa sempre a Nocera Umbra si era verificato un fatto simile: una donna aveva omesso di dichiarare di convivere con il suo compagno, che aveva un lavoro, percependo così il reddito di cittadinanza senza averne i requisiti.