Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, al via il restyling di villa Piacentini dopo anni di abbandono

Maria Luce Schillaci
  • a
  • a
  • a

Nuova vita per villa Piacentini (nella foto). A Terni, nella zona di Villa Palma, l’occhio di intraprendenti e anche coraggiosi imprenditori si è focalizzato sulla villa non troppo distante dalla storica dimora da cui prende il nome la zona che domina la Conca. Un’altra villa antica, purtroppo attualmente in abbandono e mèta di sbandati, ora vede un prossimo florido orizzonte grazie a una società imprenditoriale che l’ha acquistata per riportarla a un nuovo splendore.  La villa si trova per l’esattezza in via Ottorino Respighi, proprio all’inizio dell’area di Villa Palma, dietro all’hotel Garden.

Si tratta della storica villa ottocentesca che, da pochi mesi, è stata acquistata da una società a responsabilità limitata impegnata nell’attività edilizia. Si sta per partire con la ristrutturazione e la realizzazione di nuove unità abitative. Coinvolti nell’operazione sono il ternano Stefano Carducci e di Alban e Drilon Cerri. Sono i tre amministratori della Villa Palma Costruzioni Srl, la società che ha deciso di puntare su questa area e soprattutto sulla villa ridotta, come detto, ormai in condizioni di assoluto degrado. La società è stata costituita il 29 giugno scorso ed è attiva dal 27 ottobre. L’intenzione dei nuovi proprietari è dunque quella di ristrutturare la villa storica e ridargle vita, ripartendo proprio da com’è la villa stessa. Nessun demolizione infatti è prevista in quanto la villa è tutelata dalla Soprintendenza.

Lo stile dunque verrà mantenuto, si spera di recuperare anche gli affreschi che si trovano in alcune stanze. Attorno all’immobile c’è molto verde, un grande parco, e sembra che la volontà sia quella di costruire diverse villette. Intanto è stata già stata avviata la pulizia, la potatura delle piante e gli abbattimenti necessari autorizzati dagli uffici tecnici del Comune dopo aver analizzato il documento del perito forestale. Ci sarà poi un percorso interno e un’area sportiva, forse un campo da tennis e padel e una piscina condominiale. In totale si parla di circa 28.500 metri quadrati suddivisi in più unità minime di intervento.