Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Spoleto, Tre Valli: si sblocca la progettazione del primo e secondo stralcio

  • a
  • a
  • a

Sbloccata l'impasse sulla progettazione dello stralcio Madonna di Baiano-Firenzuola e affidata a Sintagma la revisione del vecchio progetto del tratto successivo e finale, ovvero Firenzuola-Acquasparta, che collegherà Spoleto e la Valnerina con la E45. Sono i nuovi passi in avanti per l'agognato, ma non ancora in cassaforte, completamento della Tre Valli annunciati dall'assessore regionale alle Infrastrutture, Enrico Melasecche, dopo una serie di interlocuzioni.

 

 

Sì, perché dopo sei mesi di attesa è arrivato il via libera del ministero per la Transizione ecologica al progetto definitivo del tratto da 4,4 chilometri tra Madonna di Baiano e Firenzuola. Il disco verde ha permesso ad Anas di assegnare la progettazione esecutiva dell'opera che, salvo intoppi, “consentirà di bandire la gara di appalto entro pochi mesi e arrivare all’apertura del cantiere entro il 2023” ha detto l'assessore. Questo stralcio intermedio della Tre Valli, che sarà composto da due gallerie artificiali e altrettanti viadotti, ha infatti già ottenuto gli 82,5 milioni necessari per la costruzione e, quindi, superate le formalità di rito, dalle ultime approvazioni attese fino all'aggiudicazione dell'appalto, potranno iniziare i lavori veri e propri. Differente, invece, lo stato dell'arte per lo stralcio finale, quello tra Firenzuola e Acquasparta. Qui la novità è che “Anas ha formalizzato l’incarico alla società di progettazione Sintagma per la revisione del vecchio progetto definitivo” ha spiegato Melasecche, sostenendo che la consegna del faldone è attesa “entro pochi mesi”.

 

 

L'operazione di aggiornamento del progetto è stata finanziata con 7 milioni dal commissario per la ricostruzione Giovanni Legnini, che ha attinto al tesoretto del cosiddetto Pnrr sisma per accelerare. Per lo stralcio di completamento, però, occorre ancora individuare le risorse, che secondo l'assessore saranno nettamente inferiori a quelle finora indicate. Sì, perché una volta completata la revisione del progetto dello stralcio Firenzuola-Acquasparta secondo Melasecche “potremo inoltrare una circostanziata richiesta di finanziamento che presumiamo di circa 300 milioni, così da inserire il completamento della Tre Valli nel contratto di programma tra ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibile (Mims) e Anas”. Di sicuro l'ultimo stralcio della statale passa per la “realizzazione di una galleria di circa 7 chilometri” ricorda Melasecche, secondo cui così “verrà rotto l’ultimo diaframma per giungere in pochi minuti dalla Valnerina e da Spoleto alla E45, con una strada veloce a due corsie superando l’ostacolo delle montagne che fino ad oggi separavano quei territori”. Il completamento della Tre Valli “creerà – dice l'assessore - nuovi flussi di interessi culturali ed economici, dall’Adriatico al Tirreno fino a Roma e al porto di Civitavecchia, favorendo condizioni concrete di sviluppo”.